Home / Grandi giri / Tour de France / Volata vincente di Merlier a Pontivy

Volata vincente di Merlier a Pontivy

di Giuseppe Girolamo

Successo pieno per la Alpecin Fenix nella terza tappa del Tour de France. La formazione Professional belga ha centrato il successo (il secondo consecutivo dopo quello di Van der Poel nella seconda giornata di gara) con Tim Merlier, il secondo posto di Jasper Philipsen e conservato la maglia gialla con Mathieu van der Poel.

Frazione contraddistinta dalle cadute nel finale. A finire a terra a 8 km dal traguardo era un gruppo nutrito di ciclisti, tra gli uomini di classifica c’erano Primoz Roglic e Miguel Angel Lopez. Lo sloveno e il colombiano riprendevano la corsa scortati dai propri compagni di squadra, ma al traguardo accusavano un ritardo di 1’21”. Qualche chilometro più avanti era Tadej Pogacar a finire a terra. Il vincitore del Tour 2020 al traguardo giungeva col ritardo di 26″. Generale, dunque, condizionata dalle cadute; unico tra gli uomini di classifica a giungere col primo plotone era Richard Carapaz.

Volata perfetta da parte della Alpecin Fenix. Prima Van der Poel e come ultimo uomo Philipsen hanno permesso a Merlier di sprintare al meglio e conquistare il suo primo successo alla Grande Boucle, il settimo stagionale. Piazza d’onore per Philipsen e terza piazza per Nacer Bouhanni. Quarto e quinto posto rispettivamente per Davide Ballerini e Sonny Colbrelli.

Cadute anche nella volata finale. Caleb Ewan in quarta ruota cercava di sopravanzare sulla destra Peter Sagan. Lo spazio tra le transenne e il ciclista slovacco era davvero minimo, così Ewan perdeva il controllo della bici e finiva a terra, portandosi con se Sagan. Lo slovacco si rialzava e tagliava il traguardo apparentemente senza grandi problemi, mentre Ewan restava sull’asfalto, venendo successivamente soccorso dai sanitari. Troppe cadute. Davvero un brutto finale di gara!

x

Check Also

Il sigillo di Vingegaard ad Hautacam

La maglia gialla conquista l'ultima vetta pirenaica del Tour 2022 e mette in cassaforte la vittoria finale