van_aert_cyclingtime

Van Aert pigliatutto: domina a Overijse e conquista la Coppa del Mondo

di Ettore Ferrari

Si è conclusa ad Overijse la Coppa del Mondo di ciclocross 2020/21 con l’apoteosi di Wout Van Aert, che ha dominato dall’inizio alla fine la quinta e ultima prova della competizione.

Pronti via e Van Aert spinge subito sull’acceleratore – La Coppa del Mondo si conclude in Belgio, in quella che può essere considerata la prova generale del campionato del mondo di domenica prossima. Van Aert comanda la classifica e mette subito le cose in chiaro. Allo start subito una caduta in coda al gruppo, davanti Wout Van Aert (oggi con la maglia di leader di Coppa, anzichè con il tricolore di campione nazionale belga) forza e spacca subito il gruppo. Con il fiammingo rimane un solo avversario. E chi può essere, se non il rivale di sempre Mathieu Van der Poel? Dopo appena 5 minuti di gara i due super campioni sono già soli! In prima posizione è sempre il belga a condurre con l’olandese guardingo a ruota. Il percorso è impegnativo con fango, diversi tratti da condurre a piedi e tante curve. Al passaggio del primo degli otto giri in programma, il tandem di testa ha 9″ sul britannico Tom Pidcock, nuovo talento del cross mondiale (e non solo).

VDP sbanda e poi cede al rullo VA – Un paio di sbandate in curva e Van der Poel perde qualche metro dal grande avversario. Ma l’orange si rifà sotto con la sua maglia iridata sempre splendente. Finalmente, dopo una lieve sbandata anche di Van Aert, il figlio di Adri Van der Poel prende il comando della corsa. Ma da qui al momento decisivo il passo è breve. Troppo forte oggi Wout Van Aert che, agevolato da una foratura di MVDP, si isola al comando. La sua potenza è devastante, chiudendo il secondo giro con 11″ di margine sul rivale, 28″ su Vanthourenhout e Pidcock.

Monologo Van Aert e trionfo completo – Un sussulto nella terza tornata con una caduta del dominatore di oggi. Ma Van Aert si rialza subito e riprende a mulinare sui pedali. Invariato il vantaggio al termine del terzo giro, poi al quarto sale a 18″ (Pidcock a 39″). La sfida tra i due giganti del cross sembra riaprisi al sesto giro, quando l’iridato si riporta ad una decina di secondi, per poi ripiombare indietro nel gran finale per una caduta. Van Aert doma il fango e giunge a braccia alzate da vero dominatore. Dopo i successi nel 2015-16 e nel 2016-17, Van Aert per la terza volta in carriera fa sua la Coppa del Mondo. Van der Poel, sicuramente sfortunato nella foratura quando ha perso la ruota di WVA, è pure caduto, ma difficilmente oggi sarebbe arrivato davanti al belga. L’orange ha chiuso infatti con un passivo di 1’03”. Il podio viene completato da Tom Pidcock a 2’07”, poi Vanthourenhout a 2’24” e Toon Aerts a 2’49”. Nella classifica di Coppa, Van Aert chiude con 165 punti, Van der Poel 140, 3° l’ottimo Vanthourenhout con 128, 4° Aerts con 108; solo 7° Pidcock con 84.

Tra le donne vittoria di Ceylin del Carmen Alvarado. La campionessa del mondo ha tagliato solitaria il traguardo, dopo esser riuscita a liberarsi nelle fasi finali di Lucinda Brand, seconda a 20″.

@cyclingtime.it Resta sempre aggiornato: 3518637304 e-mail: redazione@cyclingtime.it