Sanchez

di Ettore Ferrari

Luis Leon Sanchez corona il sogno di vestire la maglia di campione di Spagna in linea a quasi 37 anni (li compirà il prossimo 24 novembre). Queste le prime parole del neo campione di Spagna: Sono molto felice di aver vinto il titolo di campione nazionale nella corsa su strada. È una bella sensazione diventare il campione nazionale e sarò orgoglioso e felice di indossare la maglia di campione spagnolo durante il prossimo anno in tutto il mondo”.

Finale thrilling – Da Ubeda a Baeza (184 km), sulle strade assolate dell’Andalusia, la gara si è decisa ai -4 quando Jesus Herrada si è involato a caccia del tris dopo i titoli del 2013 e ’17. Sull’alfiere della Cofidis si è riportato il vecchio Luis Leon proprio all’ultimo km. Negli ultimi 200 metri, in pavé, Herrada, stanco e poco lucido, ha cambiato rapporto rompendo la catena! A quel punto è stato un gioco da ragazzi per LLS lanciarsi a tutta e conquistare a braccia levate l’agognato titolo. Il trionfo Astana è stato completato da Gorka Izagirre (terzo nella prova a cr.) a 15”; solo quarto Ivan Garcia Cortina, un altro dei favoriti. Lo sfortunato herrada ha chiuso 15° a 1’ tagliando il traguardo a piedi. Segnaliamo pure il tredicesimo posto di Oscar Sevilla, decano del ciclismo iberico con i suoi 44 anni!

Titolo stregato, fino ad oggi – Nella sua lunghissima carriera, iniziata nel lontano 2003, Sanchez aveva avuto uno scarso feeling con la prova e i suoi migliori risultati erano stati un terzo posto nel 2013 e il secondo l’anno scorso, al termine di una combattutissima volata a due con Alejandro Valverde. Differente il ruolino nella prova a cronometro, dove il murciano, secondo l’altro giorno (battuto solamente da Bilbao) ha eguagliato il record di podi, 9 (!), di Jonathan Castroviejo.

Di Ettore Ferrari

Sono nato a Catania il 14 aprile 1971. In redazione dicono sempre che sono troppo preciso, da qui il nomignolo "nessun capello fuori posto". Sono la "Memoria storica" del ciclismo.