di Giuseppe Girolamo

Due prime volte al Giro d’Italia: il successo di tappa di Gino Mader e la maglia rosa di Attila Valter.

Cronaca – La sesta tappa parte dalle Grotte di Frasasso. Per la corsa rosa è una prima volta assoluta. I ciclisti scattano sotto un cielo plumbeo e minaccioso di pioggia. Pronti via e nasce la fuga di giornata composta da otto uomini. Il gruppo lascia fare. I fuggitivi proseguono di comune accordo, nonostante la pioggia inizi a scendere copiosa. I due GPM, posti a metà percorso e in rapida successione di Forca di Gualdo e Forca di Presta non mutano la situazione di corsa. L’ultima decisiva salita deciderà le sorti di questa frazione. Sotto la pioggia insistente i battistrada iniziano a sfaldarsi e in testa restano in tre. Il gruppo alle loro spalle approccia la salita ad andatura folle, selezionandosi metro dopo metro.

L’epilogo – Mader forza il ritmo a due chilometri dal traguardo. Cataldo e Mollema si staccano e lasciano la testa della corsa. Alle spalle dello svizzero la battaglia tra i big è iniziata con Egan Bernal in versione combattivo. Mader, inzuppato fradicio per la pioggia battente, non vuole farsi scappare la grande occasione di agguantare la sua prima affermazione al Giro. Il portacolori della Bahrain Victorius raschia il barile trovando le giuste energie per tenere al ritorno del gruppo. Vittoria!

Tra i big è Bernal a fare la voce grossa. Il colombiano chiude al secondo posto, anticipando in volata Daniel Martin e Remco Evenepoel, tutti e tre al traguardo col ritardo di 12″ da Mader. A seguire giungono Giulio Ciccone a 14″ dal vincitore e Damiano Caruso a 25″. Via via tutti gli altri sino al 12esimo posto di Attila Valter. Il 22enne ungherese a fine tappa si veste di rosa, strappando la maglia di leader della Generale ad Alessandro De Marchi, giunto sul traguardo di San Giacomo in 136esima posizione col ritardo di 24’49”.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com