Home / Professionisti / La crono di Foss porta alla Norvegia il primo iride a crono
foss-cyclingtime

La crono di Foss porta alla Norvegia il primo iride a crono

di Giuseppe Girolamo

Se prima del Mondiale a cronometro di Wollongong ci avessero chiesto di fare dei nomi sui possibili vincitori non avremmo certo detto Tobias Foss. Il 25enne di Lillehammer invece ha messo tutti nel sacco conquistando il titolo alla sua prima partecipazione, regalando così alla Norvegia il primo oro mondiale nella prova contro il tempo. L’Australia porta bene alla Norvegia del ciclismo: Thor Hushovd a Geelong nel 2010 conquistò il primo titolo mondiale su strada al paese scandinavo.

Kung ed Evenepoel sul podio – Il campione nazionale norvegese di specialità ha coperto la distanza di 34,2 km (forse, troppo breve per una prova iridata) in 40’02” precedendo di 3″ Stefan Kung, lui si uno dei favoriti della vigilia. Lo svizzerro coglie una medaglia d’argento amara. Per il rossocrociato è il secondo podio iridato dopo il bronzo di Imola 2020. Terzo tempo per Remco Evenepoel. L’ultimo vincitore del Giro di Spagna chiude a 9″ dal vincitore conquistando la terza medaglia della sua ancor breve carriera, dopo il secondo posto di Yorkshire 2019 e il terzo di Fiandre 2021.

Delusione Italia – Male, malissimo l’Italia. I tre afieri azzurri avevano in Filippo Ganna l’uomo di punta. Dopo i due ultimi successi consecutivi il piemontese era a caccia del tris. Top Ganna ha steccato clamorosamente chiudendo in settima posizione a 55″ da Foss. Prestazione a dir poco sotto tono, come sotto tono sono stati il 13esimo posto di Edoardo Affini (a 1’28”) e il 15esimo di Matteo Sobrero (a 1’34”). I tifosi italiani si aspettavano di più, inutile nasconderlo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

geoghegan_hart_cyclingtime

Geoghan Hart sorride alla Valenciana

Ciccone mantiene la maglia gialla.