Israel Start-Up scatenata: nel mirino c’è Van Avermaet

Dopo quello di Chris Froome la formazione israeliana avrebbe un altro colpo in canna, quello di Greg Van Avermart. Il campione olimpico sarebbe la pedina giusta per le Classiche. Le trattative sono già a buon punto e si aspettano le prossime settimane per stabilire i dettagli.

Van Avermaet lascerebbe la CCC, anche per motivi di natura economica. Il marchio CCC ha già da tempo comunicato l’interruzione della collaborazione a fine della stagione 2020. Questo ha creato molti malumori in seno alla squadra e non sono bastate le rassicurazioni del team manager Jim Ochowicz, il quale ha da qualche settimana trovato in una banca statunitense un’alternativa valida. L’innesto della nuova partneship commerciale, però, non garantirebbe le adeguate coperture contrattuali, per questo motivo gli agenti di Van Avermaet stanno testando il terreno e valutando le varie offerte. La più concreta sembra essere proprio quella della Israel Start-Up.

Interesse italiano – Fabio Aru e Gianni Moscon sarebbero sul taccuino dei dirigenti della Israel Start-Up: il primo per rafforzare la squadra in vista delle grandi gare a tappe e Moscon per le Classiche. Queste due trattative tuttavia sono ancora in fase embrionale, dunque, siamo ancora nella cerchia delle indiscrezioni.