Home / Grandi giri / Tour de France / Groenewegen fulmina Van Aert
groenewegen-cyclingtime

Groenewegen fulmina Van Aert

di Ettore Ferrari

Al termine di una volata serrata, Dylan Groenewegen ha battuto in rimonta la maglia gialla Wout Van Aert, ancora secondo per il terzo giorno consecutivo! Il belga mantiene le insegne del primato.

Si chiude la tre giorni in Danimarca – Con la Vejle-Sonderborg (182 km) il Tour chiude la parentesi scandinava. Anche la terza giornata di gara é dedicata alle ruote veloci con Fabio Jakobsen, vittorioso nella seconda frazione, grande favorito. La corsa è una marcia d’avvicinamento al momento clou dello sprint. Unico sussulto una caduta nel finale, che toglie di mezzo, tra gli altri, Damiano Caruso, Jack Haig, Guillaume Martin, Chris Froome, Michael Woods e Giulio Ciccone (alla fine il pedaggio pagato sarà di 39″). Velocità elevata con i treni della Jumbo Visma (Van Aert) e della Quick Step Alpha Vinil (Jakobsen) sempre davanti. Ai -3 una progressione di Mathieu Van der Poel, che lavora per Jasper Philipsen.

Van Aert parte lungo, ma Groenewegen lo supera al fotofinish! – Il solito Morkov lancia la volata di Jakobsen, ma sul rettilineo di Sonderborg il neerlandese rimane chiuso. Chi, invece, è in posizione perfetta è la maglia gialla che lancia la sua progressione da lontano, “chiude” verso destra, ma risale con una rimonta impressionante Groenewegen. Colpo di reni di Van Aert e Groenewegen e vittoria millimetrica del velocista della BikeExchange. Terzo posto di giornata per Philipsen, poi Sagan (che ha imprecato contro WVA, perché a suo dire lo ha ostacolato) e solo 5° Jakobsen; Alberto Dainese 7°.

Groenewegen torna a vincere al Tour dopo 3 anni – Dopo il “fattaccio” al Giro di Polonia il 5 agosto 2020, che fece rischiare la vita a Fabio Jakobsen, la successiva squalifica (9 mesi), il classe 1993 era sì tornato a vincere, ma in corse di secondo piano (2 tappe al Giro della Vallonia e 1 al Giro di Danimarca nel 2021; 2 al Saudi Tour, 1 al Giro di Ungheria, una semiclassica olandese e 1 tappa al Giro di Slovenia 2022), ma gli mancava il guizzo in una prova del World Tour. E’ arrivata nella corsa che più ama, tornando alla vittoria 3 anni dopo l’ultimo centro (settima tappa il 12 luglio 2019). La vittoria “danese” è la quinta in carriera sulle strade del Tour.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Il sigillo di Vingegaard ad Hautacam

La maglia gialla conquista l'ultima vetta pirenaica del Tour 2022 e mette in cassaforte la vittoria finale