Home / Grandi giri / Vuelta a Espana / Gaudu beffa Soler nel tappone delle Asturie
Gaudu

Gaudu beffa Soler nel tappone delle Asturie

di Ettore Ferrari

Nel tappone asturiano con arrivo sull’Alto de La Farrapona, grande lavoro della Movistar, ma alla fine a giore è solo David Gaudu, abile a resistere prima al forcing della formazione spagnola e a superare poi nella volata a due Marc Soler. I migliori della Generale, nonostante il tanto terreno per darsi battaglia, hanno corso a ruota dei loro gregari e non si è avuta alcuna emozione. Roglic resta in maglia rossa, domani il terribile Angliru.

Cronaca – Dopo lo splendido acuto ieri di Primoz Roglic, tornato in testa alla Generale, la Vuelta propone un week-end davvero impegnativo e pieno zeppo di salite. Si inizia oggi, 11esima tappa da Villaviciosa all’Alto de La Farrapona con ben 5 GPM, di cui 4 (compreso l’arrivo) di prima categoria. Ce ne sarebbe per fare sfracelli, e invece… Assistiamo ad una delle tappe più noiose (sic) di questa edizione della massima corsa a tappe iberica.

Movistar a tutta con Oliveira e Soler – La formazione spagnola prende decisamente le redini della corsa animando la fuga decisiva con un Nelson Oliveira veramente da applausi per il lavoro svolto in favore di Soler. Con i due uomini in maglia blu, troviamo Guillaume Martin, che consolida la sua maglia a pois di leader del GPM, i due della Sunweb, Marc Donovan e Michael Storer, e il binomio Groupama formato da David Gaudu e Bruno Armirail. in cima alla penultima ascesa i sette hanno 2’20” sul gruppo tirato dalla Jumbo-Visma.

Soler forza i tempi, ma Gaudu gli piomba addosso – L’ultima ascesa, che porta all’arrivo presenta tratti pedalabili nella prima parte e poi un finale in crescendo. Nelson Oliveira, termina il suo lavoro ai -11,6. Quando il portoghese si sposta il vantaggio è di 2’50”: il vincitore sarà uno dei cinque attaccanti (con il portoghese si stacca anche Armirail). Soler, vincitore della seconda tappa, ma discontinuo per la classifica, va a caccia del secondo successo e forza il ritmo (-5,2). Il 27enne classe 1993 rimane da solo, ma da dietro si avvicina Gaudu. In breve, il francese piomba sul battistrada e assieme tirano dritto fino all’arrivo, dove è premiata la maggior freschezza del corridore della Groupama. Delusione per Soler e la Movistar. E i big? Assolutamente nulla. Grande attesa domani per il “mostro” Angliru.

x

Check Also

Roglic padrone assoluto della Vuelta

Si è chiuso il terzo Grande Giro del 2021.