vanthourenhout_cyclingtime

di Giuseppe Girolamo

Arriva nell’undicesima prova di Namur il primo successo stagionale in Coppa del Mondo per Michael Vanthourenhout. Condotta attenta e senza sbavature da parte del ciclista belga. Il terreno fangoso e scivoloso non permetteva errori e Vanthourenhout ha saputo domare meglio di tutti l’insidioso tracciato. Sfruttando anche gli errori degli avversari Vanthourenhout è riuscito a ritagliarsi un giorno di gloria; primo a vincere a Namur dopo l’egemonia di Mathieu van der Poel (cinque successi) e Wout Van Aert (vincitore nel 2017), trionfatori nelle ultime sei edizioni. Assenti al via van der Poel e Van Aert la scena è stata dunque tutta per Vanthourenhout, con Ton Pidcock e Ton Aerts alle piazze d’onore, rispettivamente al secondo e terzo posto finale.

Pidcock e Aerts hanno molto da recriminare – Aerts dopo una partenza velocissima veniva rallentato da un incidente meccanico ed era costretto a lasciare il comando della corsa a Pidcock. Il britannico sembrava proiettato verso il secondo successo consecutivo, ma il bis dopo il trionfo di Rucphen veniva messo in discussione da una caduta. Pidcock si rialzava prontamente, ma doveva cedere il passo a Vanthourenhout. La lotta tra i due antagonisti al comando si risolveva nelle fasi finali, con Pidcock ancora costretto a rallentare la sua marcia a causa di un’altra caduta. Bandiera bianca alzata per il portacolori della Ineos Grenadiers e via libera al successo di Vanthourenhout.

brand-cyclingtime

Tra le donne Lucinda Brand ottiene il suo quarto successo stagionale in Coppa del Mondo e consolida il primato in classifica. La campionessa del mondo ha dominato pedalando al comando dal primo all’ultimo secondo di gara. L’unica a insidiare la marcia trionfale della olandese è stata la connazionale Denise Betsema. Al comando Brand e Betsema sempre a pochi secondi. Un duello a distanza sul tracciato fangoso e scivoloso. Al traguardo braccia al cielo per Brand ed è la quarta volta consecutiva a Namur. Col ritardo di 20″ giunge Betsema. In terza posizione chiude Puk Pieters (a 1’16”), a completare il podio, l’ennesimo tutto olandese.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com

18 pensiero su “Brand e Vanthourenhout fanno festa a Namur”
  1. 381149 51746Ill appropriate away grasp your rss feed as I cant in finding your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service. Do youve any? Please let me understand so that I could subscribe. Thanks. 984502

  2. 664324 425324I agree with most of your points, but a couple of need to be discussed further, I will hold a small speak with my partners and maybe I will appear for you some suggestion soon. 705173

  3. 234385 584742Very man or woman speeches require to seat giving observe into couples. Brand new sound system just before unnecessary folks should always be mindful of generally senior common rule from public speaking, which is to be the mini. greatest man speaches 505850

  4. 436769 59090This web website is usually a walk-through its the details you wished about this and didnt know who ought to. Glimpse here, and you will surely discover it. 86287

  5. 793640 448761The vacation particular deals offered are believed as a selection of possibly the most preferred and therefore within your budget all more than the globe. Quite quite a few hostels can be proudly located inside property which is accented who has striking seashores encouraging crystal-clear rivers, contingency of an Ocean. hotels compare rates 319520

  6. 776424 876094Wow, incredible blog structure! How lengthy have you ever been blogging for? you created running a blog look straightforward. The full look of your website is great, nicely the content! 762197

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *