Home / Donne / Bronzo per Longo Borghini nel giorno magico dell’austriaca Kiesenhofer
longo-borghini-cyclingtime

Bronzo per Longo Borghini nel giorno magico dell’austriaca Kiesenhofer

di Giuseppe Girolamo

Alla vigilia della gara in linea femminile era l’Olanda la nazionale da battere, un nome su tutti: la campionessa in carica Anna Van der Breggen. Lo sport e il ciclismo, però, non sono una scienza esatta, così a Tokyo non vince nessuna delle grandi favorite della vigilia. In trionfo sul traguardo – posto all’interno del circuito automobilistico di Fuji – è Anna Kiesenhofer. L’austriaca conquista la medaglia più preziosa al termine di una lunga fuga iniziata già dai primi metri di corsa, prima in comagnia di altre quattro atlete e successivamente solitaria per gli ultimi 50 km di gara. La 30enne austriaca ha tirato dritto, senza mai voltarsi indietro, dando fondo a tutte le sue qualità da specialista delle prove contro il tempo. Un’impresa davvero incredibile. Una sorpresa assoluta. Beffate tutte le favorite!

Il Podio – Dietro alla vincitrice si lotta per i restanti gradini del podio. Nelgruppo principale – ridotto a una ventina di unità – c’è grande controllo. Nel finale è Annemiek van Vleuten a prendere decisamente l’iniziativa. L’olandese guadagna lo spazio sufficente per aggiudicarsi la medaglia d’argento. Van Vleuten viene imitata qualche metro dopo da Elisa Longo Borghini. L’azzurra non riesce ad agganciare l’olandese, riesce comunque a mantenere un distacco sufficente tra se e il gruppo, conquistando la medaglia di bronzo, bissando così lo stesso risultato ottenuto a Rio de Janeiro.

x

Check Also

persico-cyclingtime

Persico regina di Segovia

La portacolori della Valcar si aggiudica la quarta tappa del Giro di Spagna