Yorkshire 2019 – Dennis bis argento Evenepoel e Ganna di bronzo!

Rohan Dennis si conferma campione del mondo nella prova a cronometro Elite asfaltando letteralmente la concorrenza. Con l’australiano, sul podio il talento precoce di Remco Evenepoel e il nostro Filippo Ganna, che regala la terza medaglia in 25 anni di storia di questa prova iridata.

Cronaca – Come nelle precedenti prove iridate, la pioggia caratterizza anche l’ultima e la più attesa prova a cronometro in programma, quella dei professionisti. L’Italia si affida a due potenti specialisti: Filippo Ganna ed Edoardo Affini (bronzo agli Europei a crono di agosto). Un percorso ondulato, ricco di saliscendi da Northallerton ad Harrogate e un chilometraggio notevole: 52,5 km. Il campione uscente è Rohan Dennis, che non gareggia dal 18 luglio (!), giorno in cui si ritirò dal Tour de France , in evidente polemica con il suo team, la Bahrain-Merida.

Evenepoel fenomeno, ma Dennis non scherza – L’anno scorso dominava tra gli juniores, quest’anno è passato tra gli Elite saltando la categoria under23. A soli 19 anni Evenepoel, laureatosi campione d’Europa della specialità, passa in testa al primo intertempo lasciando tutti dietro, fino all’arrivo di Rohan Dennis. L’australiano vola e dopo i primi 16 km infligge già 18” al talento belga. È l’inizio di una straordinaria cavalcata del campione del mondo, deciso a prendersi una clamorosa rivincita dopo le roventi polemiche di questi ultimi due mesi.

Ottima prova di Ganna, crolla Roglic – Ci si aspettava molto da Primoz Roglic, grande cronoman, ma già il primo riferimento cronometrico evidenzia che la Vuelta (vinta) ha lasciato tanta ruggine nelle gambe dello sloveno. Addirittura, viene ripreso e superato nell’ultima parte dallo scatenato Dennis. Molto bene Ganna, che prima dell’arrivo di Evenepoel siede sulla poltrona del primo classificato. Il due volte campione europeo, nonché detentore del record dell’ora, Victor Campenaerts si prende l’oscar della sfortuna per una caduta e un successivo cambio di bicicletta. Un altro che ha assaggiato l’asfalto bagnato dello Yorkshire è Yves Lampaert.

Chiusura in crescendo e trionfo netto di Rohan Dennis, Ganna di bronzo! – Sempre al comando, Rohan Dennis (1.05’05”) si conferma campione del mondo, con lui al traguardo. Argento pesantissimo per Remco Evenepoel (stagione da incorniciare per il baby fenomeno del ciclismo mondiale con 5 successi, tra i quali l’Europeo a crono, la Clasica San Sebastian e il Giro del Belgio) che rende allo scatenato Dennis 1’09”. Applausi per Filippo Ganna che conquista una medaglia di bronzo (a 1’55”). In rotta con la Bahrain-Merida, Dennis taglia il traguardo indicando con la mano la forza mentale, che lo ha accompagnato in un periodo non facile. Sul traguardo l’abbraccio commosso della moglie e del figlioletto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.