Home / Grandi giri / Vuelta a Espana / Vuelta – Quintana cala il jolly
quintana

Vuelta – Quintana cala il jolly

Emozioni nel secondo giorno della Vuelta a Espana, con i grandi sugli scudi negli ultimi 25 km. A spuntarla è un ritrovato Nairo Quintana, che con un colpo da finisseur beffa i compagni di fuga. Bene Fabio Aru, 5° al traguardo. Nicolas Roche, secondo all’arrivo, conquista la leadership.

Cronaca – Seconda tappa da Benidorm (dove Gianni Bugno vinse il Mondiale 1992) a Calpe (199,6 km). Un percorso accidentato con due salite per “scaldare” le gambe prima dell’ultima asperità posta ai -25. Prima del tuffo (si fa per dire, visto che l’ultima parte non è tutta in discesa) verso Calpe.

La frustata di Valverde – La fuga di giornata non ha vita facile e la tappa si infiamma proprio sull’ultima difficoltà, l’Alto de Puig (3 km al 9,5%) dove Alejandro Valverde sfodera la sua fiammante maglia iridata in testa al gruppo. Il forcing del campione del mondo fa male a molti, e il gruppo si sgretola sotto i colpi del murciano. Davanti restano una ventina di unità, con l’iridato che va pure a sprintare per il gpm. Nel gruppo dei migliori restano la maglia roja Lopez, Roglic, Nairo Quintana e il campione d’Italia Formolo, ma non Kruijswijk.

Attacco dei big – Azione a sorpresa di alcuni dei favoriti al successo finale, che si avvantaggiano: Rigoberto Uran, Primoz Roglic e Nairo Quintana, con Nicolas Roche, Mikel Nieve e un redivivo Fabio Aru. Attacco di Quintana a 3,2 km dall’arrivo! Il colombiano sorprende il resto del gruppetto e guadagna subito un buon margine.

Acuto di Quintana! – Il vincitore della Vuelta 2016 resiste a va a vincere una bella tappa. Movistar perfetta con Valverde a preparare il terreno e Quintana a finalizzare. Dietro Quintana, nell’ordine Roche, Roglic, Uran e Aru a 5”, Nieve a 8”; il gruppo a 37” regolato dal talentuoso Sergio Higuita su Pogacar (altro giovanissimo emergente), Aranburu e Valverde a chiudere la top-ten. Nicolas Roche (figlio di Stephen, vincitore di Giro, Tour e Mondiale nel 1987) conquista anche la roja sfilandola dalle spalle di Miguel Angel Lopez.

Seguici e condividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*