van-der-poel-cyclingtime

di Giuseppe Girolamo

Mathieu van der Poel conquista il quarto successo in Coppa del Mondo battendo in volata il rivale di sempre Wout van Aert. Terzo gradino del podio per Eli Iserbyt.

Una prova veloce disputata su di un terreno in prevalenza sterrato, ma con fondo compatto. La giornata soleggiata permette ai quasi quindicimila spettatori di godersi lo spettacolo dell’ennesimo duello tra l’olandese e il belga. Van der Peol parte subito forte con van Aert intruppato nelle posizioni di rincalzo costretto a inseguirei. Nel volgere di alcuni giri al comando si forma un quintetto con van der Poel e van Aert ci sono Tom Pidcock, Laurens Sweeck ed Eli iserbyt. Lo strappo decisivo non c’è e le accelerazioni di van der Poel e van Aert servono solo a far alzare bandiera bianca a Pidcock.

L’ultimo giro vede un quartetto al comando. Le fasi finali scrivono l’epilogo di questa 13esima prova di Coppa del Mondo: accelerano van der Poel e Van Aert e si involano in testa. Iserbyt e Sweeck non tengono il ritmo. Nelle ultime decisive curve i due duellanti cercano a colpi di pedale e con qualche spallata di conquistare il comando in modo da prendere nella posizione migliore la curva verso sinistra prima dell’arrivo. Van der Poel entra per primo nel rettilineo finale. Van Aert cerca di rimontare sulla destra, ma dopo pochi metri si arrende. Van der Poel ritorna al successo dopo alcune battute a vuote.

Laurens Sweeck mette in cassaforte la vittoria finale in Coppa del Mondo. Il belga col quarto posto colto in Spagna raggiunge quota 355 punti contro 1 309 punti di Michael Vanthourenhout, assente a Benidorm a causa di un attacco influenzale.

Tra le donne vince Fem van Empel. La capo classifica di Coppa del Mondo ha battuto in volata Puck Pieterse. Al terzo posto chiude Shirin van Anrooij a 13″. Silvia Persico chiude in quarta posizione con 21″ di ritardo. La neo campionessa italiana si conferma a ottimi livelli, facendo seguito alle ottime prestazioni delle ultime uscite.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com