Home / Ciclocross / Van der Poel – Il 2020 inizia da dove era finito

Van der Poel – Il 2020 inizia da dove era finito

Anno nuovo vita… vecchia. Mathieu Van der Poel non smette di dominare la stagione di ciclocross conquistando il G.P. Sven Nys a Baal, prima gara dell’anno valida come sesta prova del DVV Trofee. Il Fenomeno ha imposto la sua legge con le sue solite micidiali progressioni, che hanno annichilito la concorrenza e mandato in visibilio gli spettatori. Secondo il giovane talento della specialità Eli Iserbyt (a 23”), terzo Thomas Pidcock (a 41”).

2019 da incorniciare – Aveva chiuso l’anno vincendo l’Ethian Cross a Bredene il 30 dicembre (portando a 28 i successi nell’anno solare di ciclocross, più 11 su strada e 14 in MTB, che fanno un totale di 53 vittorie!) e ha ripreso dominando la scena. Nell’attuale stagione di cross (2019/20), quella di oggi è la diciassettesima vittoria (su 18 disputate!) del campione del mondo ed europeo, che non comanda le classifiche di Superprestige, Coppa del Mondo e DVV solo perché ha deciso di non andare a caccia di punti ed ha saltato alcune gare di tutte e tre le speciali classifiche. Iserbyt conserva la leadership nel DVV Trofee (un solo successo in 6 prove, ma anche tre secondi posti) contro le 4 vittorie di VDP (e un terzo posto, che rappresenta, finora, l’unica sconfitta del Fenomeno nella stagione di cross), che ha saltato la prima gara.

Battesimo vincente con il nuovo sponsor – Per MVDP il successo di oggi rappresenta anche il battesimo con il nuovo sponsor, Alpecin-Fenix che ha preso il posto della Corendon-Circus.

Seguici e condividi