Home / Grandi giri / Vuelta a Espana / Tris di Carapaz – Lacrime di gioia per Evenepoel
carapaz-cyclingtime

Tris di Carapaz – Lacrime di gioia per Evenepoel

di Ettore Ferrari

Il Puerto de Navacerrada è di Richard Carapaz, che sancisce pure il suo dominio nella classifica degli scalatori. Remco Evenepoel controlla Mas e gli altri big della Generale e domani regalerà al Belgio un successo alla Vuelta a Espana, che manca dal 1977 (trionfo di Freddy Maertens).

L’ultima occasione per Mas – Lo spagnolo, complice la clamorosa e rovinosa caduta di Roglic, uscito di scena mentre stava tentando la rimonta alla roja, ha l’ultima tappa per tentare di sovvertire il dominio di Evenepoel. Da Moralzaral si procede verso il Puerto de Navacerrada (181 km), superando una prima volta il Puerto de Navacerrada, poi il Puerto de Navafria, quello di Canencia, quello de la Morcuera, infine il Puerto de Cotos, prima dell’arrivo a Navacerrada.

Fuga con Valverde e Nibali – La fuga di giornata vede protagonisti due corridori all’ultima recita, Alejandro Valverde e Vincenzo Nibali, intruppati in un “fugone” di una trentina di unità. Vari capovolgimenti di fronte, su e giù le salite che si succedono sotto le ruote degli attaccanti di turno.

Carapaz rompe gli indugi – Sull’ultima salita, Richard Carapaz con la maglia bianca a pois blu, simbolo del leader del gran premio della montagna,attacca e rimane con Louis Meintjes e Sergio Higuita. Il gruppo degli ex compagni di fuga si frantuma e da dietro viene raggiunto dal drappello dei primi della Generale. Carapaz stacca prima Meintjes e poi Sergio Higuita e si lancia verso un nuovo trionfo di tappa. Dal gruppo della maglia rossa emerge Arensman, una delle rivelazioni di questa Vuelta, che recupera ma, alla fine, perde l’aggancio per soli 8″. A 13″ il nuovo baby fenomeno Juan Ayuso, che precede Jai Hindley e Mas; a 15″ Evenepoel con Meintjes e Lopez (che ha provato vanamente a staccare i migliori della Generale). Remco Evenepoel, tagliato il traguardo, si lascia travolgere da un pianto liberatorio: la Vuelta è sua, con pieno merito!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

evenepoel-cyclingtime

Evenepoel – Il Belgio festeggia un GT dopo 44 anni!

Stagione da incorniciare per Remco.