soupe-cyclingtime

Il ciclismo è sport fantastico perchè lascia spazio a sorpresa e colpi di scena. La sorpresa della settima frazione della 78esima edizione del Giro di Spagna si chiama Geoffrey Soupe. Una sorpresa perchè non pronosticato alla partenza tra i possibili vincitori di giornata. Il traguardo di Oliva (cittadina situata nella comunità di Valencia) regala al barbuto transalpino (1988) la vittoria più importante della carriera, la terza stagionale dopo la tappa e la classifica finale alla Tropicale Amissa Bongo.

Soupe ha regolato il gruppo compatto nell’incertissima volata finale, mettendo la propria ruota di qualche centimetro davanti a quella del campione nazionale venezuelano Orluis Aular. Poi nell’ordine Edward Theuns e Sebastian Molano. Nona posizione per Filippo Ganna. Solo quinto il grande favorito di giornata Kaden Groves. L’australiano si consola della sconfitta conservando la maglia di primastista della classifica a punti.

Classifica generale invariata con Lenny Martinez a godersi per il secondo giorno la maglia rossa di primatista della classifica generale.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com