bernal-cyclingtime-giro

di Giuseppe Girolamo

Egan Bernal ha una marcia in più. E’ questo il verdetto emesso dalla 16esima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Cortina. Il leader della Generale stacca tutti nelle rampe conclusive del Passo Giau e si invola verso il suo secondo successo parziale dopo quello conquistato sullo sterrato di Campo Felice. Alle spalle del colombiano della Ineos Grenadiers i più pimpanti sono Romain Bardet e Damiano Caruso, alla fine rspettivamente secondo e terzo sul traguardo col ritardo di 27″.

Nella Generale alle spalle di Bernal guadagnano posizioni Caruso e Bardet. Il portacolori della Bahrain Victorius è secondo a 2’24”, mentre Bardet scala due posizioni salendo al settimo posto a 5’02”. Giornata no per Simon Yates. Il britannico scivola al quinto posto a 4’20” da Bernal. In terza e quarta posizione della Generale si attestano i due regolaristi per eccellenza: Hugh Carthy e Alesandr Vlasov, rispettivamente a 3’40” e 4’18” dal leader.

Il naufragio di Remco Evenepoel. Il talento belga perde contatto subito alle prime rampe del Passo Giau. Il portacolori della Deceuninck Quick Step paga l’infortunio al Giro di Lombardia dell’agosto 2020. Da allora nessuna gara sulle gambe. Chiedere il miracolo al giovane Remco, alla sua prima partecipazione a un grande Giro, sarebbe stato quantomai pretenzioso. Alla fine Remco chiude in 58esima posizione col ritardo di 22’05” dal vincitore.

Tappa accorciata. Molta confusione alla partenza, con gli organizzatori categorici nell’annullare il passaggio sul Passo Fedaia e Passo Pordoi (Cima Coppi), a causa delle avverse condimeteo. I direttori sportivi delle squadre non sono d’accordo con la decisione. Alla fine si parte con tappa accorciata a 153 km: niente Fedaia e Pordio. La nuova Cima Coppi è il Passo Giau. I protocolli UCI riguardanti le Condizioni Meteo Estreme sono state applicate (forse) con molta, moltissima cautela. Bisogna fare chiarezza per non correre il rischio di entrare nel vortice delle incomprensioni e delle decisione poco chiare.

Di Redazione

Per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro gruppo WhatApp inviando il messaggio "iscrizione WA" al numero 3316888409 Per i tuoi comunicati o altre richieste invia un messaggio alla mail redazione@cyclingtime.it