Home / Grandi giri / Giro d'Italia / Merlier domina la prima volata a Novara

Merlier domina la prima volata a Novara

di Ettore Ferrari

Partito come un razzo, Tim Merlier conquista la seconda tappa del Giro d’Italia, la prima in linea. Il belga dopo che Consonni aveva tirato la volata al proprio capitano Elia Viviani, è partito lungo contenendo il ritorno del campione europeo e d’Italia Giacomo Nizzolo, che si è dovuto accontentare della piazza d’onore. Al terzo posto Elia Viviani, poi Dylan Groenewegen, tornato ieri a gareggiare dopo la lunga squalifica seguita alla scorrettezza al Giro di Polonia nei confronti di Fabio Jakobsen. Filippo Ganna conserva la maglia rosa.

Merlier dedica il successo a Wouter Weylandt – Il velocista della Alpecin-Feniz (la formazione di Mathieu Van der Poel), all’esordio (a 28 anni e mezzo in un Grande Giro), centra il risultato pieno al primo tentativo. Sulla linea d’arrivo il vincitore ha mimato una W in memoria dello sfortunato Wouter Weylandt, che perse la vita sulle strade del Giro di 10 anni fa. Per Merlier il successo di oggi è il quarto nel 2021.

Si rivede Groenewegen, pasticcio UAE, solo 5° Sagan – Se Groenewegen si aspettava delle risposte dopo il lungo stop, sicuramente le ha avute e sono senz’altro incoraggianti: primo sprint, e non certo in corsa qualunque, e podio sfiorato. Chi invece ha di che rammaricarsi è la UAE Emirates, con Molano che stringe sulle transenne, ostacolando la rimonta di Gaviria. Peter Sagan, non più ai livelli di veocità di qualche stagione fa, non va oltre il quinto posto.

x

Check Also

bouwman-cyclingtime

Bouwman si prende tappa e maglia Azzura, ma tra i big è sempre 0-0

Onore agli attaccanti, ma delusione tra i migliori della classifica.