Tour_de_france_logo_cyclingtime

L’111esima edizione del Tour de France si correrà dal 29 giugno al 21 luglio. La corsa è stata presentata ufficialmente al Palazzo dei congressi di Parigi. Poche sono state le sorprese rispetto alle anticipazione.

Partenza – Una edizione in qualche modo particolare a iniziare dala località di partenza, Firenze. Sarà una prima storica per il capoluogo toscano e per l’Italia. Tre tappe per rendere omaggio a quasi tutti i vincitori italiani della gara francese. L’ultima delle tre frazioni italiane vedrà Torino come traguardo finale. La città piemontese si conferma così come città del ciclismo, ospitando la carovana della Grande Boucle poche settimane dopo aver abbracciato la carovana rosa del Giro d’Italia per la partenza a Venaria Reale.

Arrivo – I Giochi olimpici in programma a Parigi nel mese di agosto ha portato gli organizzatori a un cambio; troppo complicato in termini di sicurezza e di organizzazione poter programmare al meglio due grandi eventi a distanza così ravvicinata. Lo scenario finale non saranno dunque i Campi Elisi, ma il Lungomare di Nizza. In pochi però tra i ciclisti potranno godersi il panorama balneare di Nizza, infatti l’ultima sfida sarà determinante per le sorti della classifica generale: dopo anni di passerelle finale gli organizzatori hanno optato per una croindividuale di 34 km da Monaco a Nizza. E c’è già chi sogna di rivedere un’ultima sfida come quella vissuta nel 1989 tra Greg Lemond e Laurent Fignon. Il transalpino in maglia gialla venne scavalcato nella crono finale da Lemond per soli otto secondi.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com