Home / Professionisti / Jakobsen campione d’Europa
jakobsen-cyclingtime

Jakobsen campione d’Europa

di Ettore Ferrari

Fabio Jakobsen è il nuovo campione d’Europa al termine di una volata perfetta, nella quale ha battuto nettamente Arnaud Démare e Tim Merlier. Lontani dai primi gli azzurri con Elia Viviani 7° e Alberto Dainese 11°. Interrotta, dopo quattro anni, l’egemonia dell’Italia nel massimo appuntamento continentale.

Italia a caccia del quinto alloro nella prima di Bennati – Debutto di Daniele Bennati come c.t. della Nazionale, nella competizione che è diventata terreno di conquista per i nostri colori con ben quattro allori consecutivi negli ultimi quattro anni, rispettivamente con Matteo Trentin, Elia Viviani, Giacomo Nizzolo e Sonny Colbrelli lo scorso anno a Trento. Partenza da Murnau am Staffelsee per quella che, oramai, è diventata una consuetudine degli appuntamenti iridati e continentali, ovvero una prima parte in linea e conclusione in circuito. Il percorso tedesco prevede un tratto in linea fino all’ingresso del circuito conclusivo di 13 km da percorrere 5 volte per un totale di 207,9 km, senza particolari difficoltà e pronostico tutto per i velocisti presenti: da Fabio Jakobsen ad Arnaud Démare, da Tim Merlier a Pascal Ackermann, da Mads Pedersen a Sam Bennett. Gli azzurri puntano su Alberto Dainese e sull’esperto Elia Viviani.

Ackermann out per una caduta – Proprio Pascal Ackermann, corridore di casa, è costretto a dire addio ai sogni di gloria causa una brutta caduta (-45), che lo costringe ad abbandonare la corsa dopo aver urtato violentemente una transenna. Finale velocissimo con i treni dei favoriti in testa al gruppo a pilotare i propri uomini per la volata finale.

L’Italia illude, poi viene inghiottita e Jakobsen non lascia scampo a nessuno – Dopo un tentativo dell’elvetico Stefan Bissegger, ripreso ai -2, sono gli uomini di Bennati a tirare con Trentin in testa. Ma l’illusione dura pochissimo, in quanto poi vengono rilevati dal Belgio in testa al plotone e inghiottiti nelle posizioni di rincalzo. I belgi lanciano Merlier, ma uno straordinario Danny Van Poppel pilota alla perfezione Fabio Jakobsen, che prende la testa e non la lascia più, laureandosi meritatamente campione d’Europa superando Démare e lo stesso Merlier. Ottimo quarto per Van Poppel, il primo ad alzare il braccio non appena capisce che il velocista della QuickStep non potrà più essere superato. Quinta piazza per Sam Bennett, poi Luka Mezcec, Viviani, Kristoff, Aberasturi e Mads Pedersen a chiudere la top-ten; subito dopo, Alberto Dainese 11°.

Prosegue l’ascesa di Jakobsen – Dopo ben 11 vittorie (senza contare alcuni successi nei criterium post Tour), il velocista neerlandese timbra il dodicesimo sigillo stagionale, dando seguito alla sua ascesa, dopo il terribile infortunio di due anni da al Giro di Polonia, nel quale ha rischiato prima la vita e poi la carriera.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

evenepoel-cyclingtime

Evenepoel sembra già aver deciso: sarà al Giro

Il compagno di squadra Hirt dichiara: "Sarò al Giro per aiutare Evenepoel"