cyclingtime

  • Categoria: Vuelta

Purito vince e si porta a 1" da Aru!

purito

Nella 15^ tappa, ancora con arrivo in salita sull'Alto de Sotres, Joaquin Purito Rodriguez coglie l'attimo e stacca Aru e i rivali in prossimità dell'ultimo km. Con un'azione delle sue, su un traguardo dei suoi, il vecchio campione catalano (36 anni suonati) recupera secondi alla maglia rossa (15" + 10" di abbuono) e si porta ad appena 1" dal sardo. Domani replica con l'ennesimo arrivo all'insù.

Cronaca. La fuga del giorno vede in avanscoperta dieci corridori, ma è sulla salita finale che al comando rimane il solo Haimar Zubeldia, 38enne basco in gruppo da una vita (professionista dal 1998 …), buon regolarista (ben 5 top-ten al Tour de France) con sole 4 vittorie in carriera. Il tentativo del corridore della Trek ha buon gioco fino ai chilometri finali, quando le pendenze si inaspriscono raggiungendo e superando il 10%. Il sogno di Zubeldia si infrange sotto i colpi di Mikel Nieve, che rinviene su di lui ai -2. Dumoulin aveva già perso le ruote dei migliori, ma l’olandese dimostra calma e concentrazione non andando in crisi. Prima dello striscione degli ultimi 1000 metri rasoiata di Joaquin Purito Rodriguez. Nessuno risponde, anche perché nessuno ne ha per contrastare lo scatto dello scalatore catalano, autentico specialista degli arrivi con pendenza a doppia cifra. Aru è un po’ in affanno, mentre Purito prosegue involandosi verso il trionfo a braccia alzate. Il primo dei battuti è il polacco Rafal Majka a 12”, poi Dani Moreno a 14” (fido luogotenente di Rodriguez), Quintana e Aru a 15”, Landa a 18”, Chaves a 20”, Nieve a 24”, Valverde a 29”, Pozzovivo e Meintjes a 41”, Dumoulin a 51”. In classifica generale Aru rimane in rojo per una pedalata (1”) su Joaquin, in rampa di lancio in vista del nuovo arrivo in salita (il terzo consecutivo!) di domani, più lontani l’ottimo Majka (1’24”), Dumoulin (1’25”), mentre Quintana, per ora, sembra quasi fuori (3’ tondi).

Magico Purito - Dopo le due tappe e la classifica finale della Vuelta al Pais Vasco e le due tappe al Tour de France, per Rodriguez arriva una vittoria importantissima. In vista delle prossime tappe potrebbe essere lui l'uomo più ostico per Aru. Galvanizzato dal sostegno del pubblico, Rodriguez farà di tutto per conquistare il suo primo GT. Dopo il secondo posto del Giro d'Italia 2012, il terzo posto del Tour de France 2013 e i due podi alla Vuelta Espana (3° nel 2010 e 2012), per "Purito" sarebbe l'apoteosi di una carriera esemplare.

 

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!