cyclingtime

  • Categoria: Vuelta

Hombre de Vuelta - Chris Froome

chris froome

Da quando, esattamente vent'anni fa, la Vuelta è stata trasferita al periodo agosto-settembre nessuno è riuscito a doppiare il successo nel Tour de France con la massima corsa a tappe spagnola. Contro questo tabù, oltre che con avversari agguerriti, lotterà Christopher Froome.

chris froome

Tre partecipazioni alla Vuelta: 2011 (2°); 2012 (4°); 2014 (2°)

L'anglo-keniano ha sempre avuto un particolare feeling con la Vuelta a Espana. Nel 2011, da sconosciuto del panorama internazionale, si rivelò l'autentica rivelazione della corsa. Bradley Wiggins era il leader designato in seno alla Sky e iniziava a testarsi in vista dell'obiettivo Tour dell'anno successivo. Froome, dal canto suo, iniziava a "frullare" e con una condotta generosa arrivò a sfiorare il successo finale, sfuggitogli per una manciata di secondi a favore dello spagnolo Cobo, un carneade ben presto scomparso dalla circolazione; Wiggins arrivò 3°. L'anno successivo Froome era ormai conosciuto e si allineò come uno dei papabili al successo finale. La sua ascesa era iniziata: 4° al Delfinato, 2° al Tour e 3° nella crono olimpica di Londra, sempre con un unico vincitore: sir Wiggins. Alla Vuelta, Froome si testava per la prima volta senza l'ingombrante figura del connazionale ma, stavolta, la condizione dopo una stagione intensa era in calando. Riuscì a resistere per 2/3 alla furia dei campioni spagnoli (Contador, Valverde e Rodriguez), rimanendo vicino, poi nell'ultima settimana il crollo. A Madrid chiude al 4° posto ad oltre 10' da Contador. L'anno scorso, dopo il ritiro dal Tour, si presenta alla Vuelta con il chiaro intento di salvare il bilancio stagionale. Ma, come nel 2012, sarà Contador a salire sul gradino più alto del podio. Froome, però, onora la corsa dimostrando di essere il rivale più pericoloso del Pistolero e conclude con un meritato secondo posto, davanti a Valverde, Rodriguez e Aru.

chris froome

Classe 1985, professionista dal 2007

Secondo nel 2011, quarto nel 2012 e ancora secondo nel 2014, un bilancio assai positivo. Dopo il trionfo al Tour, si è concesso una decina di giorni per confermare la presenza alla Vuelta. In Francia ha concluso in calando, potrebbe aver recuperato, certo la concorrenza è di assoluto spessore e la doppietta Tour-Vuelta sarebbe davvero un'impresa.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!