cyclingtime

  • Categoria: Vuelta

Ecco la Vuelta 2015

vueltaE' stata presentata a Torremolinos la 70esima edizione della Vuelta Espana. La corsa spagnola partirà da Puerto Banus il 22 agosto e si concluderà a Madrid il 13 settembre. Due le prove a cronometro: il prologo della prima giornata (cronosquadre di 7,4 Km) e una cronoindiviaduale di 39 Km (17° tappa). All'edizione 2015 non dovrebbe prendere parte il vincitore uscente, Alberto Contador. Gli obiettivi principali dello spagnolo saranno Giro d'Italia e Tour de France, anche se il patron della Tinkoff Saxo - Oleg Tinkov - ha dichiarato di voler convincere Contador a disputare nelllo stesso anno anche la Vuelta.

Saranno sicuramente al via Joaquim Rodriguez e Alejandro Valverde. Entrambi i corridori saranno presenti anche al Tour de France, ma con ruoli diversi: Rodriguez sarà il capitano della Katusha sia al Tour, sia alla Vuelta, mentre Valverde sarà alla Grand Boucle a supporto del capitano designato della Movistar, Nairo Quintana. Il murciano potrà avere carta bianca alla Vuelta, in modo da bissare la vittoria già ottenuta nel 2009.

Tappa Regina - Eusebio Unzue, team manager del team Movistar, l'ha definita una delle tappe più dure mai viste; l'11esima frazione della Vuelta 2015 (Andorra la Vella - Cortals d´Encamp) sembra davvero micidiale: 5200 metri dislivello racchiusi in soli 138 Km. La durezza del tracciato, con sei GPM potrebbe far male a molti pretendenti alla vittoria finale. Siamo all'11esima tappa è difficilmente si avrà il nome di chi vincere la classifica finale, ma chi entrerà in crisi potrà dire addio ai sogni di vittoria finale. Dunque, tappa temuta ma non dicisiva.

Arrivo - Dopo la parentesi dello scorso anno, con arrivo finale a Santiago de Compostela, la Vuelta Espana ritorna alla tradizione, con l'ultima frazione a Madrid. La capitale della nazione ospitante di un grande GT farà da cornice a coloro i quali arriveranno in fondo alla corsa, così come avviene per Parigi al Tour de France. In tal senso è inutile sottolineare l'eccezione del Giro d'Italia. La corsa rosa è l'unica grande manifestazione a tappe a non concludersi nella capitale del paese ospitante. #ilgiroaroma dovrebbe essere una tradizione, ma organizzatori e amministratori non sembrano dello stesso avviso.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!