cyclingtime

Ecco la Vuelta 2014. E Horner...

Diminuiscono gli arrivi in salita, un "crono-epilogo" sostituisce la classica passerella per velocisti di Madrid, però saranno ancora una volta le montagne (ma non i Pirenei, esclusi) a decidere l'esito della Vuelta di Spagna del 2014, presentata ufficialmente ieri. E mentre il terzetto spagnolo per i Grandi giri - Contador, Valverde e Purito Rodriguez - si autocandida, il campione in carica Chris Horner sta ancora cercando una squadra.

Baden Cooke, ex professionista e nuovo procuratore dell'esperto americano, ha affidato a Twitter le novità a proposito: "Stiamo parlando con diverse squadre, incluse alcune del WorldTour. La Christina Watches ha fatto un'offerta, ma non abbiamo ancora raggiunto un accordo". Si parla anche della Caja Rural. Lo sponsor tecnico della formazione spagnola vorrebbe espandere il proprio campo di azione in America e Horner sarebbe un testimonial importante. La Caja Rural - inoltre - è formazione Professional, quindi potrebbe garantire al 42enne statunitense la partecipazione alla Vuelta Espana.

La 69a edizione della Vuelta comincia sabato 23 agosto con la cronosquadre di Jerez de la Frontera (12.6 km). Il giorno seguente è in programma la prima delle 4 tappe completamente piane dedicate alle ruote veloci. 6 le frazioni di media montagna, mentre saranno 8 gli arrivi in salita con i Laghi di Covadonga e Puerto de Ancares. Oltre alla crono finale, piatta, di Santiago di Compostela lunga 10 km (14 settembre), a circa metà Vuelta (10a tappa) si svolgerà una prova contro il tempo di 34.5 km con un Gran premio della montagna di 3a categoria.

Qui il percorso e i dettagli delle 21 frazioni.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!