cyclingtime

  • Categoria: Vuelta

Vuelta - Nibali attacca ma vince Woods

Woods vuelta

Il canadese Michael Woods si impone nella 17^ frazione della Vuelta con arrivo in salita. La tappa è stata caratterizata sin dalle prime fasi da una fuga a 26 con Nibali grande protagonista, assieme a De Marchi. Poi, nell'aspra ascesa conclusiva ha avuto la meglio Woods che ha anticipato Teuns. La lotta tra i migliori della Generale oggi ha gratificato, ma di pochissimo, Valverde che ha strappato 8" al leader Yates.

Cronaca - La tappa basca temuta come un tappone di montagna per i continui saliscendi che caratterizzano la regione. Sono 157 km con ben 6 gpm e l’arrivo sul Balcon de Bizkaia, una salita di 7,3 km al 9,7% con punte superiori al 20%.

Subito Nibali! - L’ex campione d’Italia era dato tra i favoriti e rispetta le aspettative andando quasi subito a scompigliare la corsa. Con il capitano della Bahrain-Merida evadono altri 25 corridori. È la fuga che decide la tappa. Come spesso accaduto in questa edizione della corsa iberica, si delineano due corse nella corsa, la prima per il successo parziale con atleti fuori classifica, la seconda con la lotta tra i primi della Generale, separati da distacchi ridotti. Il su è giù per i colli baschi mette in risalto la crescita di condizione di Nibali e la conferma di un sempre brillante De Marchi (già vincitore di 1 tappa e sicuro di un biglietto per Innsbruck). Con loro i soliti “fugaioli”: De Gendt (che oggi scalza Mate dalla leadership della classifica del GPM), Teuns, Majka e Zakarin. Dietro il gruppo lascia fare, salvo poi “svegliarsi” senza riuscire ad impensierire la lotta per la vittoria del gruppo di testa.

Woods si regala una grande vittoria - Corridore coriaceo, il portacolori della EF-Drapac nel finale è quello che ne ha di più e va a vincere con lieve margine su Dylan Teuns (ancora piazzato), De la Cruz e Majka (ancora protagonista); De Marchi è 6°, Nibali 10°.

Valverde e Mas anticipano Yates, Quintana rimbalza - Scatti solo nella salita finale tra i primi. Valverde ci prova un paio di volte e poi riesce con il sempre più positivo Enric Mas a distanziare la maglia rossa: comunque solo 8” il bottino. Lopez a 10” dalla coppia Mas/Valverde, quindi Kruijswijk e Quintana a 1’04”. Il colombiano sembra in calando, ecco spiegato il motivo per cui nelle tappe di montagna dello scorso week-end era apparso poco brillante. In classifica, Yates ha 25” su Valverde, il 23enne Mas sale al terzo posto con un distacco di 1’22”, poi Lopez a 1’36”, Kruijswijk a 1’48” e Quintana a 2’11”.

CYCLINGTIME.IT

Supplemento di messina7.it
Agenzia di Stampa a carattere provinciale edito da GMedia Srls
Registrata presso il Tribunale di Messina con provvedimento n° 13/2011 del 05/12/2011.
Partita IVA: 03352900835

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!