cyclingtime

Il personaggio - Froome e la Tripla Corona

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

froome giro roma

Chris Froome ha vinto meritamente il Giro d’Italia 2018, perché ha sofferto, inseguito senza piegarsi e poi ha firmato un’impresa già consegnata alla storia che gli ha consentito di ribaltare una situazione sfavorevole. Ha meritato anche perché non ha mai perso il sorriso, nonostante nelle prime due settimane ha masticato amaro, e i tifosi lo hanno sempre applaudito sin da Catania, da dove il Giro ha preso corpo dopo la tre giorni israeliana.  

Le cadute - Prima ancora di scendere dalla pedana di partenza della crono inaugurale il keniano bianco ha assaggiato l’asfalto di Gerusalemme per una scivolata che rischiava di compromettere mesi e mesi di lavoro. Ammaccato nella parte destra del corpo, ha disputato una prova al di sotto delle sue possibilità, poi si è visto scappare i “gemelli” della Mitchelton-Scott, autori di uno show sull’Etna. Da quel giorno è salito in cattedra Simon Yates, che ha regalato tanto spettacolo, e Froome continuava a perdere terreno… Come sul Gran Sasso dove, oltre a rimanere staccato dai diretti avversari in classifica, è finito ancora a terra in un tornante in salita, scivolando sull’asfalto reso viscido dalla pioggia battente. Ancora il lato destro ad essere colpito. Ma lui, incurante del ritardo e dei dolori ha continuato imperterrito inseguendo un sogno che pochi oramai pensavano potesse tramutarsi in realtà.

froome giro

 

Chris Froome (33 anni) - Due vittorie di tappa al Giro d'Italia: in cima allo Zoncolan e Bardonecchia

Il lampo sullo Zoncolan - Il colpo sulla terribile salita, definita la più dura d’Europa, sembrava fosse la firma del campione che onora una corsa e che lascia comunque un segno tangibile, visto il vantaggio esiguo sugli avversari (a partire da un sempre pimpante Simon Yates, che per soli 6” non completava l’inseguimento). Il giorno dopo, sulla strada verso Sappada, ancora in ritardo rispetto non solo rispetto allo scatenato Simon Yates (che firmava la sua terza vittoria in maglia rosa!), ma anche rispetto a Dumoulin, Pozzovivo & co. La cronometro di Rovereto gli ha permesso di guadagnare qualche posizione in classifica, ma nessuno pensava cosa potesse ancora succedere…

Colle delle Finestre e l’appuntamento con la storia - Sullo sterrato del Finestre, a 5 km dal GPM, Chris Froome ha accelerato con una progressione impressionante. Mancavano 80,3 km all’arrivo, 80,3 km!! È iniziata così una straordinaria cavalcata solitaria, un’azione fantastica con distacchi d’altri tempi: Dumoulin, Pinot, Lopez e Carapaz a 3’ o poco più; Pozzovivo a oltre 8’; Yates cancellato a quasi 40’!! L’impresa più grande della carriera, senza ombra di dubbio una cavalcata già entrata di diritto tra i gesti atletici più imponenti dell’ultra centenaria storia della corsa rosa. Un’Impresa che mancava da decenni, almeno nelle proporzioni.

4 Tour, 1 Vuelta, 1 Giro… - Il mosaico prende corpo, Chris Froome dopo 4 Tour ha aggiunto la Vuelta e adesso il Giro completando un cerchio vincente da campione assoluto. Vincere i tre GT e mettersi in testa idealmente una Tripla Corona significa tantissimo. Dopo Jacques Anquetil, Felice Gimondi, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Alberto Contador, Vincenzo Nibali, è la volta del fuoriclasse della Sky che, tra l’altro, è tra i sette quello più vecchio (33 anni) ad agguantare il tris nei Grandi Giri. In tema di statistiche, va annotato un altro sensazionale risultato: Froome vince tre GT di seguito (Tour e Vuelta 2017, Giro 2018), come Hinault (Giro e Tour 1982 e Vuelta ’83); solo l’insuperabile Merckx ha fatto meglio con quattro vittorie consecutive (Giro e Tour 1972, Vuelta e Giro ’73).

 

Tagged under: chris froome,

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!