cyclingtime

Porte, ultima dimostrazione d'amore prima di dire addio

richie porte

L'Alpe d'Huez ha consegnato a Chris Froome il Tour de France 2015. Il britannico ha saputo gestire al meglio le pressioni, affidandosi alla compattezza della squadra. L'uomo importante è stato Richie Porte.

Il tasmaniano ha preso il via alla Grand Boucle senza troppe velleità di classifica, con l'unico intento di aiutare il capitano designato. Dopo un Giro d'Italia disastroso Porte aveva necessità di rivalutarsi e riprendere quota anche nelle quotazioni di ciclomercato.

richie porte

Vincitore quest'anno della Parigi Nizza, Vuelta Catalunya e Giro del Trentino

La prima parte di Tour non è stata brillante per il tasmaniano: presente solo nelle fasi iniziali delle salite e poco incisivo al fianco di Froome, quando la corsa entrava nel vivo. Poi l'ultima recita, quell'ultimo emozionante palcoscenico, l'Alpe d'Huez. Froome in maglia gialla deve guardarsi dall'attaco di Nairo Quintana. Il colombiano è avversario temibile, per questo la SKY è chiamata ad un lavoro mostruoso, da squadra vera. La formazione britannica, bistrattata in questo Tour da stampa e tifosi (ahimè, anche per episodi extra ciclistici), trova la giusta amalgama e lungo i tornanti dell'Alpe d'Huez scorta il proprio capitano come meglio non si può. Un'armonia di squadra mai vista in questo Tour. Sembrava una compagine allo sbando, invece il team SKY, nell'ultima, fondamentale frazione trova il giusto feeling. Ironia della sorte è proprio il tanto discusso Richie Porte a scortare Froome lungo le arcigne pendenze della salita finale. Lo scatto di Quintana, avvenuto quando al traguardo mancavano dieci  chilometri, non scalfisce la serafica tranquillità di Froome. Il britannico in maglia gialla anche quando scatta l'avversario diretto resta alla ruota di Porte. Una fiducia incondizionata. Il tasmaniano dal canto suo continua a salire con passo deciso ma regolare, senza strappi, non facendo mai diradare in maniera eccessiva il divario da Quintana. Don Chisciotte vestito di giallo e  Sancio Panza vestito di nero SKY. Sono loro i veri protagonisti di un successo che non ammette repliche. Stavolta tutti zitti: la SKY ha fatto un capolavoro.

 richie porte

Professionsita dal 2010. Al Team SKY dal 2012

Quella dell'Alpe d'Huez sarà una delle ultime apparizioni di Porte in maglia SKY. Il 30enne di Launceston il prossimo anno vestirà la maglia della BMC. Da fedeli avventurieri ad acerrimi rivali. Il secondo Tour de France di Froome è anche di Porte. Sull'Alpe d'Huez il più bel regalo d'addio.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!