cyclingtime

E' tornato lo Squalo!

nibali

La reazione del campione, Vincenzo Nibali riscatta il suo Tour con un'impresa memorabile aggiudicandosi la 19^ tappa con arrivo a La Toussuire. Nairo Quintana recupera 32" a Chris Froome.

Dare un senso al proprio Tour, era questo l’obiettivo primario del campione siciliano, dominatore dell’ultimo Tour. scalare posizioni in classifica, una tappa, o tutte e due assieme. Vincenzo c’è riuscito con un’impresa sulle salite alpestri del penultimo giorno di montagna di questo 102° Tour de France. La cavalcata vincente del capofila della Astana è iniziata sulla Croix de Fer (H.C., 2.067 metri, 22,4 km al 6,9%).

Cronaca - Una tappa brevissima, soli 138 km, ma un’autentica indigestione di salite, ben 61,5 km! La solita fuga iniziale con un gruppo sempre numeroso (questa è stata la particolarità di molte tappe in questo Tour) in avanscoperta. La corsa vera esplode sulla mitica Croix de Fer, una salita lunga oltre 20 km che chiama i grandi allo scoperto. Davanti c’è Pierre Rolland che lungo i terribili tonanti della salita rimane da solo, mentre gli altri vengono riassorbiti. Dopo un velleitario allungo di Valverde, è Vincenzo Nibali a sferrare un attacco deciso. Mancano 62 km al traguardo. Un’infinità, ma non per un campione generoso come Vincenzo che si lancia da solo all’inseguimento del battistrada. Complice un guaio meccanico della maglia gialla, il vantaggio di Nibali tende immediatamente a salire. In cima Rolland transita per primo con un minuto sul campione d’Italia, che in discesa esprime il meglio del suo repertorio riducendo lo scarto.

nibaliCol du Mollard, Rolland tiene duro, ma proprio in vetta gli si accoda Nibali. Alle spalle dei due il gruppo della maglia gialla, che ha già perso da diversi km il fido Geraint Thomas, oggia alla deriva dopo un Tour corso alla grandissima, per il proprio capitano e per sé stesso. Discesa e poi la salita conclusiva verso La Toussuire-Les Sybelles a quota 1.075 metri, 18 km al 6,1% di pendenza media. Nibali da solo. Il campione d’Italia abbandona al suo destino Rolland quando mancano ancora 16 km al traguardo, ha inizio la cavalcata solitaria del messinese. Dietro il gruppo si assottiglia, ma Quintana tergiversa ancora. Aumenta intanto il vantaggio di Nibali, che porta lo scarto a 2’21” ai -6. La tappa non può sfuggirgli. Scatto di Quintana. Mancano 5 km alla fine e il colombiano, tanto atteso finalmente rompe gli indugi. Froome si accartoccia sulla bici portandosi dietro Valverde e Contador; ma i due spagnoli ben pesto perdono le ruote del keniano bianco. Quintana guadagna una quindicina di secondi su Froome, che resiste bene all’attacco frontale del rivale sudamericano. Gran finale con Nibali che conquista una vittoria bellissima (la quinta sulle strade della Grande Boucle, dopo le quattro affermazione dello scorso anno) che lo rilancia prepotentemente anche per un recupero in extremis del podio finale. Quintana è secondo a 44”, poi Froome a 1’14” (32” persi, compreso di abbuono, da Quintana), poi a 2’26” nel gruppetto regolato da Pinot ci sono Valverde e Contador. Adesso a due tappe dal termine, con la mitica Alpe d’Huez domani a chiudere il ciclo delle grandi salite, Nibali ha 1’19” da Valverde, terzo nella generale: per lo Squalo il podio non è più un miraggio.

Ordine d’arrivo

  1. Vincenzo NIBALI (Astana Pro Team) in 4.22’53” (abb. 10”)
  2. Alexander Nairo Quintana (Movistar Team) a 44” (abb. 6”)
  3. Christopher Froome (Team SKY) a 1’14” (abb. 4”)
  4. Thibaut Pinot (FDJ) a 2’26”
  5. Romain Bardet (Ag2r – La Mondiale) s.t.
  6. Alejandro Valverde (Movistar Team) s.t.
  7. Bauke Mollema (Trek Factory Racing) s.t.
  8. Robert Gesink (Team Lotto NL – Jumbo) s.t.
  9. Alberto Contador (Tinkoff – Saxo) s.t.
  10. Samuel Sanchez (BMC Racing Team) s.t.
  11. Pierre Rolland (Team Europcar) a 2’35”
  12. Andrew Talansky (Team Cannondale – Garmin) a 4’17”
  13. Ruben Plaza (Lampre – Merida) a 4’53”
  14. Mathias Frank (IAM Cycling) a 5’02”
  15. Rafal Majka (Tinkoff – Saxo) s.t.

Classifica generale

  1. Christopher FROOME (Team SKY) in 78.37’34”
  2. Alexander Nairo Quintana (Movistar Team) a 2’38”
  3. Alejandro Valverde (Movistar Team) a 5’25”
  4. Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) a 6’44”
  5. Alberto Contador (Tinkof – Saxo) a 7’56”
  6. Robert Gesink (Team Lotto NL – Jumbo) a 8’55”
  7. Mathias Frank (IAM Cycling) a 12’39”
  8. Bauke Mollema (Trek Factory Racing) a 13’22”
  9. Romain Bardet (Ag2r – La Mondiale) a 14’08”
  10. Pierre Rolland (Team Europcar) a 17’27”

(foto letour.fr)

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!