cyclingtime

Plaza a Gap e il Tour parla un pò italiano. Nibali batte il primo colpo

tour de france

La sedicesima tappa del Tour de France arride a Ruben Plaza Molina. Lo spagnolo si è reso protagonista di un'azione solitaria nel finale di gara. Peter Sagan si deve ancora accontentare della seconda posizione. Tra i big il solo Vincenzo Nibali riesce a guadagnare, grazie ad un'azione nel finale.

Cronaca - La tappa è stata caratterizzata dalla lunga fuga di una ventina di unità. Il gruppo lascia fare e i battistrada arrivano all'ultima salita di giornata con un vantaggio superiore ai 16'. Si susseguono gli scatti e il gruppo di testa si fraziona. In testa restano una decina di uomini. L'epilogo a 5 km dal GPM, a 15 km dal traguardo: parte deciso Plaza. Il 35enne fila dritto, staccando gli ex compagni di fuga. In cima transita Molina, con un vantaggio di quasi 1' su Sagan e Pantano. La discesa esalta Sagan. Lo slovacco cerca la disperata inpresa di riagganciare Plaza, ma lo spagnolo mantiene il vantaggio, paracadutandosi sul traguardo, ottenendo la prima vittoria stagionale. Con Molina e la Spagna esulta anche la Lampre Merida e l'Italia. La prima vittoria di un corridore italiano tarda ad arrivare e per adesso ci accontentiamo del successo di squadra dell'unica formazione italiana al Tour de France. Piccola, magra consolazione.

Nibali - Dietro i fuggitivi gli uomini di classifica attendono l'ultima ascesa di giornata per darsi battaglia. Ad accendere le polveri è Alberto Contador. Lo spagnolo scatta a 3 chilometri dal GPM. Contador non riesce a fare la differenza e in contropiede scatta Nibali. Il siciliano transita al GPM con una manciata di secondi sul gruppo dei migliori, ormai ridotto a una decina di unità. La discesa successiva esalta le doti di Nibali: lo "Squalo dello Stretto" guadagna secondi sui diretti avversari, arrivando sul traguardo con un vantaggio di 26". Nibali dimostra tutto il proprio carattere. Il re del Tour 2014 non vuole abdicare troppo facilmente. Domani riposo e da mercoledi si ritorna a salire.

Chris Froome resta leader della Generale. Per il keniano bianco è la maglia gialla numero 24. Il primato del portacolori della SKY resta per adesso inattaccabile. L'ultima settimana è alle porte. Il finale è ancora da scrivere.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!