cyclingtime

Sul pavé Nibali non morde. Tappa e maglia per T.Martin

 

tony martin

L'attesissima tappa del pavé non provoca gli scossoni che ci si attendeva. Nibali ha invano tentato di distanziare i suoi grandi avversari, ma non c'è stato niente da fare con un Froome perfetto. Tappa e maglia per Tony Martin.

Cronaca. La tappa del pavé (13,3 km in tutto), autentico spauracchio per molti dei pretendenti al podio finale. Proprio sulle pietre l’anno scorso Nibali diede un saggio della sua classe e ipotecò, di fatto, il successo finale che avrebbe poi consolidato sulle grandi salite. Non parte Fabian Cancellara, che ieri ha rimediato la frattura di due vertebre (diverse rispetto a quella rimediata in marzo ad Harelbeke), e che oggi sarebbe stato uno dei grandi protagonisti. Ieri i muri della Freccia Vallone, oggi una piccola parte del pavé della Parigi-Roubaix. Il primo settore (1.800 metri) viene affrontato a 120 km dal traguardo. Poi, in sequenza vengono affrontati i settori di Artres à Famars (1.200 metri), Quérénaing – Verchain-Maugré (1.600 metri), Verchain-Maugré – Saulzoir (1.200 metri), Saint-Python (1.500 metri), Fontaine-au-Tertre – Quiévy (3.700 metri) ed infine Avesnes-les-Aubert – Carnières (2.300 metri) a 13 km dalla conclusione. L’Astana fa il forcing, ma Froome è attentissimo in tutti ifrangenti della corsa, palesando una lucidità impressionante. Nella rete cade solo Thibaut Pinot (3° l’anno scorso a Parigi). Ultimo settore: affondo di Vincenzo Nibali ai -11,6 km! Alle spalle del messinese si porta Degenkolb, ma è un nulla di fatto. Partono gli Sky. Pilotato da un inesauribile Thomas, Froome è tra i primissimi. Il keniano bianco esce indenne dal pavé. Si forma un plotoncino, ma poi rientrano anche Contador, Joaquin Rodriguez e poco dopo anche Nairo Quintana. Tutti i grandi hanno risposto alla grande sul pavé, a dimostrazione di una preparazione specifica che ha dato i propri frutti. Lotta per la vittoria di tappa, ci sono diversi velocisti (Degenkolb, Cavendish, Bouhanni). Ai -3,5 allunga Tony Martin, secondo in classifica a 1” da Froome. Il tedesco va, forte della sua eccezionale potenza. Il vantaggio aumenta! Doppio bersaglio per il grande passista tedesco (alla quinta vittoria in carriera sulle strade del Tour) che conquista tappa e maglia. La volata degli inseguitori è appannaggio di John Degenkolb (quest’anno dominatore della Parigi-Roubaix) su Sagan e Van Avermaet, tutti uomini da classiche del pavé. Ma oggi, tra i Fab Four (Nibali, Froome, Contador e Quintana) il vero vincitore appare Chris Froome, che non ha patito il pavé, anzi è uscito dall’ultimo settore in seconda posizione, ha perso opportunamente la maglia gialla per non disperdere energie quando ancora manca molto a Parigi. Premio di consolazione per Nibali, premiato oggi come il più combattivo.

Classifica dei Big. Froome ha 13” su Van Garderen, 34” su Uran (sottovalutato alla vigilia da tutti), 36” su Contador, 1’32” su Mollema, 1’38” su Nibali, 1’51” su Valverde, 1’56” su Nairo Quintana, 2’ su J. Rodriguez, 2’54” su Bardet, 6’18” su Thibaut Pinot, ormai tagliato fuori.

Ordine d’arrivo 4^ tappa Seraing-Cambrai 223,5 km

  1. Toy MARTIN (Etixx – Quick Step) in 5.28’58” (abb. 10”)
  2. John Degenkolb (Team Giant – Alpecin) a 3” (abb. 6”)
  3. Peter Sagan (Tinkoff – Saxo) s.t. (abb. 4”)
  4. Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) s.t.
  5. Edvald Boasson Hagen (MTN – Qhubeka) s.t.
  6. Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Credits) s.t.
  7. Jacopo Guarneri (Team Katusha) s.t.
  8. Tony Gallopin (Lotto Soudal) s.t.
  9. Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step) s.t.
  10. Bryan Coquard (Team Europcar) s.t.

Classifica generale

  1. Tony MARTIN (Etixx – Quick Step) in 12.40’26”
  2. Christopher Froome (Team SKY) a 12”
  3. Tejay Van Garderen (BMC Racing Team) a 25”
  4. Tony Gallopin (Lotto Soudal) a 38”
  5. Peter Sagan (Tinkoff – Saxo) a 39”
  6. Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) a 40”
  7. Rigoberto Uran (Etixx – Quick Step) a 46”
  8. Alberto Contador (Tinkoff – Saxo) a 48”
  9. Geraint Thomas (Team SKY) a 1’15”
  10. Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step) a 1’16”

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!