cyclingtime

Torna l'Alpe d'Huez, ultima sfida prima di Parigi

tour de france

I durissimi tornanti della salita verso l'Alpe d'Huez - 1100 metri di dislivello (da 740 a 1850 metri) su 14 km di sviluppo, con una pendenza media vicina all'8% - saranno quasi certamente la tappa decisiva del Tour de France 2015.

Il primo ad aggiudicarsi l'arrivo dell'Alpe d'Huez fu Fausto Coppi, nel Tour del 1952. Negli anni successivi molti campioni hanno conquistato questo prestigioso traguardo. Tra gli italiani spiccano le due vittorie consecutive di Gianni Bugno, nel 1990 e 1991, le due di Marco Pantani, nel 1995 e 1997 e quelle singole di Roberto Conti nel 1994 e Giuseppe Guerini nel 1999.

La strada che sale all'Alpe d'Huez ha 21 tornanti. Ad ogni tornante c'è una targa a ricordo di uno dei vincitori della tappa del Tour. Nel 2002, dopo aver completato i 21 tornanti, gli organizzatori hanno dovuto ricominciare dal primo, dove a fianco della targa dedicata a Fausto Coppi ne è stata posta un'altra per Lance Armstrong.

L'Alpe d'Huez è anche chiamata Dutch Mountain, per le 8 vittorie olandesi nelle prime 14 tappe. Gli italiani hanno ottenuto 7 vittorie, 3 gli statunitensi, una dal ciclista basco Iban Mayo e la recente vittoria del lussemburghese Fränk Schleck che aveva lasciato alle spalle nell'ultimo chilometro Damiano Cunego.

Nel 2008 l'Alpe d'Huez ha ospitato le fasi finali della 17ª tappa de La Grande Boucle il 23 luglio vinta dallo spagnolo Carlos Sastre. Lo scalatore di Madrid partito all'inizio dell'ascesa, arriva al traguardo dell'Alpe d'Huez conquistando la maglia gialla che porterà sino al traguardo finale di Parigi. Nel 2011 la vittoria va al francese Pierre Rolland. Nel 2013 si aggiudica la vittoria di tappa, nella centesima edizione della corsa, il francese Christophe Riblon.

Queste le ventuno tappe della 102esima edizione del Tour de France, in programma dal 4 al 26 luglio 2015: sabato 4 luglio, prima tappa: Utrecht-Utrecht (crono) di km 14; domenica 5, seconda: Utrecht-Zelande di km 166; lunedi' 6, terza: Anversa-Huy di km 154; martedi' 7, quarta: Seraing-Cambrai di km 221; mercoledi' 8, quinta: Arras-Amiens Metropole di km 189; giovedi' 9, sesta: Abbeville-Le Havre di km 191; venerdi' 10, settima: Livarot-Fougeres di km 190; sabato 11, ottava: Rennes-Mur de Bretagne di km 179; domenica 12, nona: Vannes-Plumelec (cronosquadre) di km 28; lunedi' 13: riposo; martedi' 14, decima: Tarbes-La Pierre Saint Martin di km 167; mercoledi' 15, undicesima: Pau-Cauterets Vallee de Saint Savin di km 188; giovedi' 16, dodicesima: Lannemezan-Plateau de Beille di km 195; venerdi' 17, tredicesima: Muret-Rodez di km 200; sabato 18, quattordicesima: Rodez-Mende di km 178; domenica 19, quindicesima: Mende-Valence di km 182; lunedi' 20, sedicesima: Bourg de Peage-Gap di km 201; martedi' 21: riposo; mercoledi' 22, diciassettesima: Digne les Bains-Pra Loup di km 161; giovedi' 23, diciottesima: Gap-Saint Jean de Maurienne di km 185; venerdi' 24, diciannovesima: Saint Jean de Maurienne-La Toussuire Les Sybelles di km 138; sabato 25, ventesima: Modane Valfrejus-Alpe d'Huez di km 110; domenica 26, ventunesima: Sevres Grand Paris Seine Ouest-Parys Champs Elysees di km 107.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!