cyclingtime

Pirenei atto I: Rogers indovina la fuga giusta. Nibali controlla. Bardet in ritardo

rogers

L'australiano Michael Rogers (Tinkoff-Saxo) si impone nella prima tappa pirenaica, Carcassone - Bagnères-de-Luchon, al termine di una lunga fuga, prima assieme ad altri venti e poi da solo. Sull'ultima asperità in programma, il Port de Balès, si accende la sfida tra gli uomini di classifica e a farne le spese è la maglia bianca Romain Bardet, che perde il treno giusto con l'immancabile Nibali, Valverde, Pinot e Péraud. Domani si replica con arrivo in salita a Saint Lary Soulan.

 

Cronaca. Inizia l’ultima settimana con Vincenzo Nibali padrone del Tour, che deve soprattutto gestire il notevole vantaggio accumulato nelle settimane precedenti. La lotta per i gradini più bassi del podio è ancora molto incerta con l’esperto Valverde che deve guardarsi dai giovanissimi transalpini Bardet e Pinot e dall’americano Van Garderen. Il menu sui Pirenei prevede oggi ben cinque salite valide per il gran premio della montagna, ma il piatto forte è l’ultima asperità, il Port de Balès (Hors Catégorie), il cui apice è a 21,5 km dalla conclusione, dopo una tappa snervante, la più lunga di questa 101^ edizione della Grande Boucle con i suoi 237,5 km. Non prende il via il campione del mondo Rui Costa, per un focolaio di broncopolmonite. Numerosi i tentativi ad inizio corsa di far decollare la fuga giusta. Poi si sgancia un gruppo folto di ben 21 unità. Davanti ci sono corridori esperti come Voeckler e Rogers, ma anche il talentuoso polacco Kwiatkowski che risale posizioni su posizioni (stamane era 16°). Il vantaggio sale a dismisura fino a sfiorare i 13’ e Kwiatkowski si avvicina alla top-five! Poi, si attacca la salita decisiva che porta ai 1.755 metri del Port de Balès. Come era prevedibile il gruppo di testa esplode e Kwiatkowski sente la fatica. Davanti si forma un drappello che va a giocarsi la tappa. Con astuzia e determinazione si invola Michael Rogers, che dopo le due bellissime vittorie al Giro (Savona e Zoncolan) continua a prendersi le sue soddisfazioni, ritagliandosi una seconda giovinezza a 35 anni suonati. Ne grupo maglia gialla si scatena la bagarre per merito di Thibaut Pinot, che vuole la maglia bianca di Bardet, ma soprattutto vuole scalzarlo dal terzo posto nella generale. Nibali e Valverde (oggi tonico) non si fanno sorprendere, così come Jean-Cristophe Péraud. Bardet subisce il colpo, ma anche Van Garderen si stacca. In discesa il margine aumenta e mentre Rogers viene immortalato sul traguardo con un inchino, Pinot, Valverde, Nibali e Péraud (giunti ad oltre 8’) guadagnano 1’50” su Bardet e addirittura 3’36” Van Garderen che ha ceduto di schianto. Domani si replica con una tappa ancor più dura e l’arrivo in salita. Parigi si avvicina…

Ordine d’arrivo

  1. Michael ROGERS (TINKOFF-SAXO) in 6.07'10''
    2. Thomas VOECKLER (TEAM EUROPCAR) a 9''
    3. Vasili KIRYIENKA (TEAM SKY) s.t.
    4. José SERPA (LAMPRE-MERIDA) s.t.
    5. Cyril GAUTIER (TEAM EUROPCAR) s.t.
    6. Greg VAN AVERMAET (BMC RACING TEAM) a 13''
    7. Michal KWIATKOWSKI (OMEGA PHARMA-QUICK STEP) a 36''
    8. Matteo MONTAGUTI (AG2R-LA MONDIALE) a 50''
    9. Tom Jelte SLAGTER (GARMIN-SHARP) a 2'11''
    10. Tony GALLOPIN (LOTTO-BELISOL) s.t.
    11. Jan BAKELANTS (OMEGA PHARMA-QUICK STEP) a 3'33''
    12. Florian VACHON (BRETAGNE-SECHE ENVIRONNEMENT) a 3'45''
    13. Anthony DELAPLACE (BRETAGNE-SECHE ENVIRONNEMENT) a 4'47''
    14. Kévin REZA (TEAM EUROPCAR) s.t.
    15. Bernhard EISEL (TEAM SKY) a 8'14''
    16. Jérémy ROY (FDJ.FR) a 8'32''
    17. Thibaut PINOT (FDJ.FR) s.t.
    18. Alejandro VALVERDE (MOVISTAR TEAM) s.t.
    19. Jean-Christophe PÉRAUD (AG2R-LA MONDIALE) s.t.
    20. Vincenzo NIBALI (ASTANA PRO TEAM) s.t.

Classifica generale

1. Vincenzo NIBALI (ASTANA PRO TEAM)
2. Alejandro VALVERDE (MOVISTAR TEAM) a 4'37''
3. Thibaut PINOT (FDJ.FR) 5'06''
4. Jean-Christophe PÉRAUD (AG2R-LA MONDIALE) a 6'08''
5. Romain BARDET (AG2R-LA MONDIALE) a 6'40''
6. Tejay VAN GARDEREN (BMC RACING TEAM) a 9'25''
7. Leopold KONIG (TEAM NETAPP-ENDURA) a 9'32''
8. Laurens TEN DAM (BELKIN PRO CYCLING) a 11'12''
9. Michal KWIATKOWSKI (OMEGA PHARMA-QUICK STEP) a 11'28''
10. Bauke MOLLEMA (BELKIN PRO CYCLING) a 11'33''

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!