cyclingtime

2-4-2-4-4-5-2, Sagan colleziona piazzamenti

sagan

Afflitto, sconsolato, affranto, deluso; il volto di Peter Sagan sul palco premiazioni rappresenta tutti questi stati d'animo. Lo slovacco è sempre più leader della classifica a punti ma questo non può consolarlo delle delusioni dei tanti piazzamenti colti in questo primo scorcio di Tour de France. Un ruolino di marcia impressionante: 2° nella prima, nella terza e nella settima tappa; 4° nella seconda, nella quarta e nella quinta tappa; 5° nella sesta tappa.

La tanto agognata vittoria è stata cercata più volte ma mai è stata così vicina come nella settima tappa. Le due cot poste rispettivamente a 20 e 10 Km dal traguardo avevano scremato il gruppo, mettendo fuori causa tutti i velocisti. Nel gruppo principale rimanevano una trentina di corridori e tra loro Sagan era il più veloce. C'erano tutti i presupposti per bissare il successo dello scorso anno, arrivato proprio nella settima tappa. Tra il campione slovacco e la vittoria però si è inserito Matteo Trentin. Il trentino - disimpegnato da obblighi di squadra e per questo libero di fare la propria corsa - ha sfoderato un finale eccezionale, esaltandosi in una volata di elevato spessore atletico. Sagan ha cercato, sì, di superare Trentin sulla destra, ma la sua rimonta non si è concretizzata e il colpo di reni finale ha dato ragione all'italiano.

tour de france

Fotofinish della 7° tappa

Il sorriso appena accennato di Sagan mentre veste la maglia verde la dice lunga di quanto cocente sia stata la sconfitta odierna. Altre occasioni si presenteranno in questa 101esima edizione della Grand Boucle, ma oggi lo slovacco ha perso davvero una grandissima occasione.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!