cyclingtime

Nel capolavoro di Schurter anche uno spiraglio di Azzurro

schurter

Mancava un unico successo al palmares di Nino Schurter per essere considerato uno dei "grandisdimi" della mountain bike. Questo è arrivato nella prova cross country dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Una corsa perfetta da parte dello svizzero, una gara dominata dall'inizio alla fine. Niente se e niente ma per il coronamento di una carriera fantastica.

I bikers italiani sorridono grazie a Luca Baidrot autore di una prestazione intensa conclusa con un buon settimo posto, risultato ottimo in prospettiva, vista la giovane età dell'alfiere Azzurro. Marco Aurelio Fontana ha cercato di mettere le basi per una gara di testa, resistendo bene al ritmo indiavolato di Schurter. Poi una doppia foratura lo ha costretto alla resa afflosciandogli gomme e morale. Alla fine un 20esimo posto, appena dietro AndreaTiberi, altro giovanissimo interprete delle ruote grasse italiane; anche per lui l'esperienza di Rio sarà fondamentale per la piena maturità negli anni futuri.

Tagged under: olimpiadi,

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!