cyclingtime

Beppe Martinelli: "Contador ha fatto bene ad attaccare; il fair play non ci deve essere"

MartinelliVerbania - Al termine della tappa odierna, il direttore sportivo dell’Astana Giuseppe Martinelli traccia, ai microfoni dei giornalisti, un bilancio al termine della tappa odierna. L’attacco di Contador non ha sorpreso il tecnico italiano: “Alberto ha attaccato perché è nel suo istinto, ma io non ho mai pensato a quello che fanno gli altri, penso solo a quello che faccio io.

Devo precisare che Landa non è caduto, un corridore gli ha rotto la ruota urtando contro di lui e Tiralongo gliel’ha passata, però ha comunque perso circa un minuto. Secondo me è stata una giornata buona per noi questa di oggi, e non ho nulla di cui polemizzare: Contador ha sfruttato la caduta per incrementare il vantaggio, lo ha fatto per andare a dormire più tranquillo; ha fatto la sua corsa e noi abbiamo fatto la nostra. Non c’è più il fair play? Non ci deve essere: il ciclismo è fatto di attacchi e di improvvisazione. Non credo che Alberto stia pensando al Tour: credo voglia vincere entrambe le corse”. Infine, sorridendo, quando gli viene chiesto se Contador non sta sprecando troppe energie in vista del Tour risponde: “Io spero che perda il Tour così magari lo possiamo vincere noi”.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!