cyclingtime

Modolo brucia Nizzolo e Viviani. Aru in rosa!

Sacha modoloUna caduta a poco più di 3 km dal termine sconvolge la classifica e Fabio Aru conquista la sua prima maglia rosa in carriera. La tappa è stata appannaggio di Sacha Modolo, che ha superato Nizzolo e Viviani. Domani l'attesissima cronometro di Valdobbiadene di 60 km dovrebbe sconvolgere la classifica.

Cronaca. Da Montecchio Maggiore a Jesolo (147 km), 13^ tappa completamente piatta, penultima occasione, tra le pochissime di questo Giro, per i velocisti. Cronaca scarna, e non potrebbe essere diversamente vista l'altimetria e la maxi cronometro di domani, autentico spauracchio per molti. I tre fuggitivi di una giornata sotto la pioggia sono: Marco Frapporti (Androni Sidermec), Jerome Pineau (IAM) e Rick Zabel (BMC), figlio del grande Erik vincitore di 4 Milano-Sanremo. L'azione dei tre viene annullata a 17,5 km dal traguardo. Grandi manovre per la volata, ma poco prima dei -3 una caduta! Coinvolti, tra gli altri, Porte. Davanti restano in pochi, il più malmesso tra i big è Richie Porte, ma anche Contador finisce a terra. La volata viene dominata dagli uomini della Lampre-Merida, con Roberto Ferrari e Maximiliano Richeze che pilotano Sacha Modolo, il quale domina la scena e supera di mezza ruota Giacomo Nizzolo, terzo Elia Viviani. Alle spalle dei velocisti, vari gruppi con Aru, Damiano Caruso, Kreuziger, Uran e Amador a 4"; Contador, Landa e Cataldo a 40"; Porte a 2'08". Per effetto di ciò Fabio Aru è la nuova maglia rosa e domani partirà dietro il favorito Contador.

Ordine d’arrivo

  1. Sacha MODOLO (Lampre-Merida) in 3.03’08”
  2. Giacomo NIZZOLO (Trek Factory Racing) s.t.
  3. Elia VIVIANI (Team SKY) s.t.
  4. Alexander POrsev (Team Katusha) s.t.
  5. Eduard Michale Grosu (Nippo – Vini Fantini)
  6. Maximiliano Ariel Richeze (Lampre-Merida) s.t.
  7. Moreno Hofland (Team Lotto NL-Jumbo) s.t.
  8. Nicola Ruffoni (Bardiani-Csf) s.t.
  9. Luka Mezcec (Team Giant – Alpecin) s.t.
  10. Heinrich Haussler (IAM) s.t.

 

Classifica generale

  1. Fabio ARU (Astana Pro Team) in 54.20’35”
  2. Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) a 19”
  3. Mikel Landa (Astana Pro Team) a 1’14”
  4. Roman Kreuziger (Tinkoff-Saxo) a 1’38”
  5. Dario Cataldo (Astana Pro Team) a 1’49”
  6. Rigoberto Uran (Etixx – Quick Step) a 2’02”
  7. Damiano Caruso (BMC) a 2’12”
  8. Andrey Amador (Movistar Team) a 2’21”
  9. Giovanni Visconti (Movistar Team) a 2’40”
  10. Yury Trofimov (Team Katusha) a 3’15”
  11. Jurgen Van den Broeck (Lotto Soudal) a 3’25”
  12. Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini) a 3’43”
  13. Maxime Monfort (Lotto Soudal) a 3’57”
  14. Davide Formolo (Team Cannondale – Garmin) a 3’59”
  15. Leopold Konig (Team SKY) a 4’24”
  16. Alexandre Geniez (FDJ) a 4’46”
  17. Richie Porte (Team SKY) a 5’05”
  18. Amael Moinard (BMC) a 5’24”
  19. Darwin Atapuma (BMC) a 6’28”
  20. Ryder Hesjedal (Team Cannondale – Garmin) a 6’40”
  21. Jon Izaguirre Insausti (Movistar Team) a 7’20”
  22. Mikel Nieve (Team SKY) a 8’22”
  23. Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) a 10’27”
  24. Paolo Tiralongo (Astana Pro Team) a 14’57”
  25. Tanel Kangert (Astana Pro Team) a 15’07”

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!