cyclingtime

... dammi un milione che il Giro voglio far arrivar

Giro d'ItaliaIl Giro d’Italia 2015 torna a Torino. Il capoluogo piemontese ospiterà la partenza dell’ultima tappa, il 31 maggio e non l’arrivo come ipotizzato in un primo tempo e come, peraltro, avevano già concordato gli attori in campo. Troppo costoso (un milione di euro) per le disastrate casse di Comune e Regione l’epilogo della manifestazione. Decisamente più low cost la partenza della passerella finale per la quale verranno investiti complessivamente 180 mila.

L'edizione 2015 della corsa rosa sarà presentata a Milano il 6 ottobre. L'unica certezza è che anche quest'anno la manifestazione sportiva più importante d'Italia non si concluderà a Roma #ilgiroaroma

Oscar Serra per "lastampa.it"

Il Giro d’Italia 2015 torna a Torino. La notizia non è ancora ufficiale - il percorso della 98ª edizione verrà presentato a Milano soltanto il prossimo 6 ottobre - ma ormai anche gli ultimi tasselli della trattativa tra la Città e Rcs Sport, che organizza la kermesse in rosa, dovrebbero aver trovato il loro posto. Il capoluogo piemontese ospiterà la partenza dell’ultima tappa, il 31 maggio, e non l’arrivo come ipotizzato in un primo tempo e come, peraltro, avevano già concordato gli attori in campo.

Il contributo - Troppo costoso per le disastrate casse di Comune e Regione l’epilogo della manifestazione, da strappare al capoluogo lombardo per celebrare la Capitale europea del 2015: serviva un milione che né piazza Castello né Palazzo Civico erano in grado di sborsare, neanche mettendosi insieme. Perché il Giro garantisce un ritorno d’immagine importante, turisti e appassionati pronti a invadere la città e quindi per ospitarlo bisogna pagare. Decisamente più low cost la partenza della passerella finale per la quale verranno investiti complessivamente 180 mila euro divisi equamente tra Piero Fassino e Sergio Chiamparino, con il Comune che s’impegna a fornire anche supporto logistico e al servizio di sicurezza con i suoi agenti della polizia municipale.

Piazza Castello - Il via dovrebbe essere fissato in piazza Castello, come avvenne già nel 2009, quando la Città ospitò l’11ª tappa, quella tra Torino e Arenzano, ma è ancora in piedi anche l’ipotesi di piazza Vittorio, scelta invece nel 2011 per l’arrivo della cronometro inaugurale, partita dalla Reggia di Venaria, quando il Giro colorò di rosa le celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

La tappa torinese verrà preceduta da quella sul Colle delle Finestre, particolarmente suggestiva sia dal punto di vista paesaggistico che sportivo, attraverso un percorso sterrato in saliscendi che congiunge la Val di Susa con la Val Chisone: è lì che potrebbe decidersi la corsa, proprio come accadde nel 2005, quando Paolo Savoldelli riuscì a resistere agli assalti di Gilberto Simoni e a conservare la maglia rosa fino alla fine.

Capitale dello Sport - Amarcord a parte, Torino porta a casa un altro grande evento per rendere onore a quel titolo di Capitale europea dello sport, a lungo rincorso dal sindaco Fassino. Il Giro, infatti, si aggiunge agli Europei 2015 di volley, di cui Torino ospiterà in autunno un girone di qualificazione, quello che vedrà impegnata anche la nazionale azzurra, nella cornice olimpica del Palavela. Un risultato importante per l’assessore Stefano Gallo, secondo il quale «viene riconosciuta la validità del progetto messo in campo da questa amministrazione. Ancora una volta – prosegue il titolare dello Sport – i grandi eventi saranno veicolo per promuovere la nostra città e serviranno da traino per l’attività di base». La sera prima il centro cittadino si animerà con concerti e spettacoli, per accogliere al meglio la carovana, reduce da circa 3 mila chilometri in bici, «un altro modo per valorizzare al meglio questa corsa».

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!