cyclingtime

Schachman vince a Prato Nevoso - Dumoulin e Pozzovivo recuperano terreno

Schachmann giro

Maximilian Schachmann è il degno vincitore di oggi, dove la fuga a lunga gittata, finalmente va in porto. Ma è il cedimento di Simon Yates la notizia della tappa con arrivo a Prato Nevoso.

Un trono che vacilla - La prima della tre giorni di montagna che deciderà le sorti del Giro n. 101 si risolve con un finale a sorpresa. La maglia rosa di Simon Yates, mai in difficoltà prima di oggi, si trova improvvisamente con le gambe vuote negli ultimi 2 km quando, in seguito ad uno scatto di Chris Froome, rimane sui pedali. Sul britannico si riportano prontamente Dumoulin e Pozzovivo, mentre Yates non tenta neppure di reagire. Sulla linea d'arrivo Pozzovivo, Dumoulin e Froome recuperano 28". Dimezzato il margine in classifica di Yates sul vincitore del Giro 2017: solamente 28"! Un sempre più brillante Pozzovivo è terzo a 2'43", poi Froome a 3'22". La classifica si è accorciata e nelle giornate di domani e dopodomani, a questo punto, può succedere davvero di tutto.

Schachmann instancabile - Per quasi tutta la salita conclusiva Schachmann è stato in testa, prima sbriciolando il gruppo con il quale ha caratterizzato la tappa, e poi portandosi dietro il bravissimo Mattia Cattaneo. All'ultimo chilometro è rientrato l'esperto Ruben Plaza che, però, nulla ha potuto contro la maggior freschezza dell'alfiere della Quickstep-Floors. Buon terzo per Cattaneo.

Quinto centro per la Quickstep - Dopo una primavera trionfale nelle classiche di un giorno, davvero un ottimo Giro per gli uomini di Bramati, con il poker di Viviani (saldamente in maglia ciclamino) e l'acuto del giovane (24 anni) tedesco oggi.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!