cyclingtime

Dillier brucia Stuyven a Terme Luigiane

dillier

La fuga della prima ora va in porto e sul traguardo in lieve ascesa di Terme Luigiane a spuntarla è lo svizzero Silvan Dillier, che supera Jasper Stuyven, leggermente più staccato Postlberger. Il gruppo ha fatto male i conti e, pur recuperando, non è riuscito a riprendere i fuggitivi.

Cronaca - Dopo le prime cinque giornate di corsa sulle Isole (tre in Sardegna e due in Sicilia), la carovana del Giro100 approda a Reggio Calabria per iniziare il lungo cammino sulla penisola. Da Reggio C. a Terme Luigiane (217 km) con cinque atleti in avanscoperta: Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe) prima maglia rosa di questo Giro, Jasper Stuyven e Mads Pedersen (Trek-Segafredo), Silvan Dillier (BMC) e Simone Andreetta (Bardiani-CSF). Grande lavoro soprattutto del giovanissimo Pedersen (21 anni!) che tira per favorire il compagno di squadra Stuyven e il vantaggio lievita. Il gruppo lascia fare e, quando inizia a recuperare, è troppo tardi. Il drappello di testa ha oltre 2' ai -10 e i giochi sono fatti. Pedersen, dopo un lavoro egregio, si stacca ai -6,5, poi perde terreno anche Andreetta, l'unico italiano della fuga. Sono in tre a giocarsi la vittoria sul breve strappo di Terma Luigiane. Postlberger è in testa, poi parte lungo Dillier, Stuyven risponde ma non riesce a superare l'elvetico che ottiene il successo più prestigioso della sua carriera. Dopo Dillier, Stuyven, Postlberger, quarta moneta per Andreetta a 26", quindi il gruppo a 39" regolato da Michael Woods.

Per il terzo giorno consecutivo, Bob Jungels in rosa.

Tagged under: giro d'italia,

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!