cyclingtime

L'Approfondimento - I ragazzi terribili della Quick Step

jungels

L’avvio del Giro100 arride tanto ai ragazzi della Quick Step-Floors. Fernando Gaviria vincitore di 2 tappe, re degli sprint sulle Isole, a Cagliari (Sardegna) e Messina (Sicilia), con il contorno della maglia ciclamino; Bob Jungels, brillante locomotiva del blitz nel vento della 3^ tappa, maglia rosa sull’Etna e oggi tranquillamente leader per il secondo giorno consecutivo (con il contorno della maglia bianca).

Per  Gaviria, non dimentichiamolo, questo è il primo Giro d’Italia e, più in generale, il primo Grande Giro in carriera. Aver vinto già 2 tappe è un bottino di tutto rispetto e conferma la bontà della preparazione del sudamericano che, dopo la Sanremo e alcune classiche del pavé, si è preparato meticolosamente sulla massima corsa a tappe italiana. I risultati sono arrivati, forse ben più rosei delle previsioni. Il talento colombiano, iridato dell’omnium, è già una delle più splendide realtà della velocità mondiale e in queste prime giornate del Giro lo sta confermando appieno.

Jungels, già in rosa per tre giornate lo scorso anno, poi 6° nella classifica finale e maglia bianca, si ripete: è già maglia rosa e anche maglia bianca. Ma, rispetto allo scorso anno, potrebbe essere già pronto per una top-five, se non addirittura per il podio. Del resto il lussemburghese non ha fatto mistero di puntare a qualcosa di più del già più che positivo bilancio dell’anno scorso.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!