cyclingtime

A Messina l'urlo di Gaviria

gaviria

Nello splendido scenario della città dello Stretto, Fernando Gaviria domina lo sprint della 5^ tappa, ultima in terra di Sicilia, con una volata magistrale che gli permette di cogliere il secondo successo in questo Giro100. Bob Jungels mantiene la maglia rosa.

Cronaca. Da Pedara, sulle pendici dell’Etna a Messina, la porta della Sicilia, per l’ultima frazione isolana di questo Giro100: tre tappe in Sardegna e due in Sicilia. La prima parte del tracciato è piuttosto ondulato, si attraversano scenari incantevoli come Castiglione di Sicilia e la Valle dell’Alcantara, poi si plana su Giardini Naxos, per salire a Taormina, la perla del Mediterraneo, prossima sede del G7. Due i coraggiosi in avanscoperta: il polacco Maciej Paterski (CCC Sprandi) e il russo Evgeny Shalunov (Gazprom-Rusvelo). Il gruppo non gli lascia molto spazio e dopo il T.V. di Taormina (che è più un gpm) inizia a calare il vantaggio. I due fuggitivi (soprattutto per merito di Paterski) resistono fino a poco dopo lo striscione degli ultimi 15 km, allorché vengono riassorbiti. Iniziano le grandi manovre per la volata e il plotone entra ad alta velocità a Messina. Un circuito, di 6,3 km, da ripetere una sola volta regala ai tanti appassionati la soddisfazione di applaudire il proprio concittadino Vincenzo Nibali. Ed è un gregario dello “Squalo dello Stretto” che tenta con un’azione da finisseur di sorprendere il gruppo. Si tratta dello sloveno Luka Pibernik, che si avvantaggia e passa sulla linea del traguardo… a braccia alzate. Purtroppo per lui mancano ancora 6,3 km al termine e l’adrenalina non gli ha permesso di sentire il suono della campana.

Volata regale di Gaviria. Prima del vialone d’arrivo si perde Caleb Ewan, ancora a secco in queste prime giornate. Fernando Gaviria viene pilotato da Martinelli e come a Cagliari da Maximiliano Richeze. Poi è l’irlandese Sam Bennett a lanciare lo sprint, ma Gaviria è lestissimo a prendergli la ruota e a saltarlo agevolmente. Doppietta per il colombiano! In seconda posizione un ottimo Jakub Mareczko, poi Bennett e Greipel. Bob Jungels per il secondo giorno in rosa. Domani si riparte da Reggio Calabria.

Festa per Nibali. Oggi la festa, però, è stata tutta per Vincenzo, messinese purosangue, applaudito e osannato dalla sua gente.

 

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!