cyclingtime

La presentazione del Giro tra entusiasmo e commozione

giro d'italiaL'avventura si rinnova. Il lungo serpentone rosa per tre settimane monopolizzerà le giornate di milioni di italiani. Il Giro d'Italia del centenario ha aperto i battenti giovedì 4 maggio con una presentazione sontuosa. La città sarda di Alghero ha risposto nella maniera migliore con un mare di gente ad assistere alla presentazione.

La prima formazione - Sul palco la scenografia è semplice ma efficace: un gigantesco numero 100. La prima formazione a sfilare è la Astana. Gli otto uomini di celeste vestito vengono accolti con un boato. Commozione, molta, nel vedere i volti tirati e poco sorridenti di quelli che sino a pochi giorni fa erano i compagni, gli amici di Michele Scarponi. I dorsali gara vanno dal 22 al 29. Manca il 21, quello di solito assegnato al capitano e in questa edizione il capitano sarebbe stato proprio Scarponi. Quella del compianto ciclista marchigiano sarà un vuoto non facilmente colmabile. "Siamo in otto, ma è come se corressimo in nove", ha detto Paolo Tiralongo.

Numero 1 - Dopo la compagine kazaka sul palco salgono le altre diciassette formazioni, ultima quella del campione uscente Vincenzo Nibali.  Numero uno di dorsale e l'opportunità di poter cogliere il suo terzo successo, raggiungendo nell'albo d'oro Gino Bartali e Felice Gimondi. "Sono molto motivato e la squadra è ben affiatata. Siamo pronti", ha detto lo Squalo dello Stretto.

Ci siamo, dunque, è giunto il momento di scaldare i motori  in vista  della tappa iniziale. La Alghero - Olbia assegnerà la prima maglia rosa di questa edizione. Lo spettacolo può avere inizio.

Tagged under: giro d'italia,

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!