cyclingtime

Durbridge ritorna a pedalare

Sono passati poco meno di 10 giorni dalla caduta del campionato australiano e Luke Durbridge ritorna in sella. Per adesso solo rulli (foto @luke_durbridge1 "Day 1 back on the bike #rebuild"), il portacolori della Mitchelson Scott ritornerà ad allenarsi su strada tra qualche settimana.

Durbridge è scivolato a terra a 15 km dal traguardo, affrontando una curva verso destra, finendo la propria in linea del campionato australiano contro un marciapiede. L'impatto ha procurato al 26enne di Greenmount frattura della clavicola.

"Prima uscita australiana" per Cimolai

Inizia dall'Australia il secondo anno in maglia FDJ per Davide Cimolai (lo scorso anno unica vittoria nella prima tappa della Vuelta catalunya). Il 28enne di Pordenone in attesa della frazione inaugurale del Tour Down Under (16 - 21 gennaio) ne approfitta per un selfie da scattare in una seduta di allenamento coi compagni di squadra: "Prima uscita australiana".

Oltre a Cimolai, questi gli altri componenti della formazione francese: Steve Morabito, Antoine Duchesne, Daniel Hoelgaard, Anthony Roux, Georg Preidler, Matthieu Ladagnous.

Basso fa da spettatore all'allenamento del Torino

basso-mihajlovic

Ivan Basso ha fatto visita al Torino calcio andando a trovare la squadra allenata da Sinisa Mihajlovic al campo di allenamento.

La compagine di patron Urbano Cairo, neo presidente RCS - gruppo organizzatore, tra l'altro, del Giro d'Italia - sta disputando un campionato di serie A superiore alle attesa, con i granata, stabilmente nelle parti alte della classifica.

Basso nei prossimi giorni inizierà il lavoro per la stagione 2017. Il varesino farà parte come consulente della Trek Segafredo, nuova squadra dell'amico Alberto Contador.

Un intruso nel ritiro Astana: Nibali arriva a Montecatini e scatta il selfie con Vinokouriv

Tre anni di successi non si scordano facilmente. Tre anni coronati dai trionfi in due edizioni del Giro d'Italia e un Tour de France. In più, a questo, va aggiunto la vittoria al Giro di Lombardia e tanto altro ancora. Tre anni contraddistinti,  però, non solo da successi ma anche da incomprensioni e litigi.

In tre anni Alexandr Vinokourov e Vincenzo Nibali hanno vinto tanto ma ancor di più hanno litigato tanto. Il team manager kazako ha espresso sempre apertamente i propri mal di pancia nei confronti del siciliano. Dal canto suo lo "Squalo dello Stretto" ha sempre incassato in maniera signorile pensando unicamente a pedalare.

Dopo tre anni è giunta l'ora di dirsi addio: Vinokourov si tiene il gioiellino griffato Fabio Aru, mentre Nibali prende la via emira,  firmando il contratto con la neonata Bahrain Merida. Entrambi le squadre hanno effettuato il primo mini ritiro: la formazione di Nibali in Croazia e la Astana a Montecatini. Proprio nella città toscana - a far visita ai suoi ex compagni di squadra - é giunto Nibali. Saluti e pacche sulla spalla per tutti. Foto di rito e selfie obbligatori, il più gettonato è quello postato da Vinokourov nel proprio profilo Instagram. Il biondo ex ciclista è abbracciato e sorridente al suo ex pupillo.

Sembra di vedere immagini di archivio, quando Nibali appena approdato in casa a Astana era visto come il messia capace di portare fama e vittoria non solo alla squadra ciclistica ma a l'intero Kazakistan.

Un calcio al passato, dunque, lasciamo alle spalle dissidi e dissapori e torniamo a essere amici come un tempo, sembra dire questo il selfie di Vinokourov. Sarà proprio così?

La consacrazione di Viviani sui social

viviani

È un tripudio di omaggi, tributi e applausi per la conquista della medaglia d'oro. Elia Viviani è protagonista sui social, con parole di stima anche da non addetti ai lavori. 

Giacomo Nizzolo "Giù il cappello per @eliaviviani! Impegno, dedizione, convinzione... te la meriti tutta!"

Elena Cecchini "Senza parole, solo tante lacrime ed emozione. Nessuno se lo merita piu' di te @eliaviviani, campione d'ORO, campione del mio cuore!"

Michele Bartoli "Grande @eliaviviani! Una prova di superiorità, ma quello che ha maggiormente impressionato e la sicurezza con la quale hai gestito la gara".

Giovanni Malagò "ORO!!! Elia domina la pista dell'Omnium... Fantastico #Viviani".

Giovanni Visconti "2 PALLE QUADRATE PER 5 CERCHI OLIMPICI!!! @eliaviviani!!! #quandotisentiorgogliosamenteitaliano".

Filippo Pozzato "Speriamo si inizi a investire su una disciplina #pista che: educa, cresce, emoziona e fa GODERE... #Viviani #Rio2016".

Filippo Ganna "Sei stato tu a farci avvicinare a questa disciplina ricordalo, grazie a TE @eliaviviani".

Vincenzo Nibali "Grande @eliaviviani! Un oro Olimpico che ha un sapore particolare".

Fabio Aru "Un @eliaviviani da pelle d'oca. Fenomeno immenso e grandissima Persona!!".

Beppe Martinelli "Grande Elia, una VITTORIA che farà molto bene al CICLISMO".

Sacha Modolo "Ho sempre ammirato la tua determinazione nel credere in quello che facevi... Complimenti @eliaviviani".

Adriano Malori "Semplicemente un fuoriclasse".

Ezio Greggio "Rio. Grandiosa vittoria di @eliaviviani: la sua emozione dopo tanti sacrifici è stata commovente. Ha vinto il cuore".

Luca Zaia "Elia #Viviani, oro che premia la tenacia di un campione che ha dimostrato di saper affrontare i momenti difficili".

Hellas Verona "Un veronese d'oro! Complimenti da tutto l'Hellas Verona a @eliaviviani per la medaglia d'oro nell'#omnium a #Rio2016".

CYCLINGTIME.IT

Supplemento di messina7.it
Agenzia di Stampa a carattere provinciale edito da GMedia Srls
Registrata presso il Tribunale di Messina con provvedimento n° 13/2011 del 05/12/2011.
Partita IVA: 03352900835

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!