cyclingtime

Da Torino a Roma in bici per celebrare l'anniversario della Costituzione

costituzione bici torino roma

Il gruppo "La Storia in bici", capitanato dal sen. Michelino Davico, dal 25 al 29 settembre pedaleranno da Torino a Roma per celebrare il settantesimo anniversario della entrata in vigore della Costituzione.

Una iniziativa che in queste settimane ha riscosso tantissime adesioni tra cui spiccano quelle dell'ex professionista, per tanti anni colonna portante della nazionale italiana, Luca Paolini, del grandissimo Gianni Motta, di Michela Moretti Girardengo, nipote del campione Costante Girardengo, di Faustino Coppi, figlio del Campionissimo, del Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Roberto Sgalla oltre che di tantissime personalità della società civile a partire dal sen. Guido Viceconte e dal Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, a cui si sono aggiunti numerosi avvocati, imprenditori e cicloturisti.

"Il nostro gruppo sarà l'immagine dell'Italia che si muove e riscopre i valori della nostra Costituzione. Una carta fondamentale che racchiude allo stesso tempo i principi che stanno alla base della nostra società e le eccellenze del nostro Paese. Per questo motivo abbiamo voluto promuovere questa pedalata cicloturistica che, proprio in bicicletta, ci permetterà di attraversare luoghi e conoscere gli uomini e le donne che hanno plasmato la nostra identità nazionale" - ha spiegato Davico, promotore dell'iniziativa - Partiremo da un luogo simbolo come la basilica di Superga dove vengono custodite le spoglie di Carlo Alberto di Savoia che ha dato al nostro Paese lo Statuto Albertino, per arrivare a Roma, al Quirinale, che è il cuore pulsante dell'Italia istituzionale. Nel mezzo attraverseremo paesi piccoli e grandi che hanno segnato la nostra storia: Novi Ligure che custodisce i ricordi dei grandi campioni del pedale, Busseto, la patria di Giuseppe Verdi, Brescello reso famoso dalle vicende di Don Camillo e Peppone, Reggio Emilia la città del tricolore, e poi Marzabotto, in ricordo dell'Eccidio di Monte Sole, Barbiana, il paese di Don Milani e ancora Assisi, con il suo messaggio universale di pace. Saranno cinque giorni intensi e ricchi di significati con cui vogliamo tornare ad unire la gente attorno ai valori della nostra Costituzione".

Una "piccola impresa sportiva" che attraverserà sei Regioni e un centinaio di comuni che può contare oltre che sulla medaglia del Presidente della Repubblica, anche sull'appoggio dalla Federazione Ciclistica Italiana, della Polizia di Stato e con la partecipazione della NUVI (Nova Unione Velocipedistica Italiana), della GIDE (Giro d'Italia d'epoca), del Gruppo Imperiale di Roma e del Museo del Paracarro di Pergine Valsugana. Tra i numerosi partner che hanno aderito all'invito del sen. Davico spiccano i brand ciclistici di Vittoria, che sarà presente con i propri mezzi al seguito della carovana, e di Selle Italia che per l'occasione ha coniato una nuova sella disponibile in edizione limitata. Ad arricchire ulteriormente il programma, oltre ai chilometri da macinare in bicicletta, ci saranno gli incontri istituzionali con i rappresentanti di alcuni dei comuni attraversati e, soprattutto, i momenti di approfondimento grazie alla visita di musei e monumenti e agli interventi di personalità del calibro del giornalista Claudio Gregiori, del presidente della Fondazione Don Milani, Giancarlo Carotti, dello storico Eugenio Giani, del presidente dell'associazione Sorella Natura, Roberto Leoni, del presidente emerito della Corte Costituzionale, Antonio Baldassarre e del Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Giovanna Di Rosa.

La Costituzione è pronta dunque per salire in bicicletta, a farsi strada tra la gente, lungo le salite e le discese che da Torino la condurranno sino a Roma lungo un viaggio che si annuncia ricco di suggestioni, ricordi e valori da riscoprire.

CYCLINGTIME.IT

Supplemento di messina7.it
Agenzia di Stampa a carattere provinciale edito da GMedia Srls
Registrata presso il Tribunale di Messina con provvedimento n° 13/2011 del 05/12/2011.
Partita IVA: 03352900835

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!