cyclingtime

Granfondo Roma-Siena, ecco i primi due iscritti

GF roma-sienaAlessandro Del Moro ed Enrico Guida sono i primi due iscritti alla Granfondo Roma-Siena in programma sabato 30 maggio. Le iscrizioni erano state aperte da poco quando sono giunte le loro richieste. Ci siamo incuriositi e abbiamo chiesto loro come mai tanta fretta per partecipare.

 

IL RANDONNEUR - Alessandro Del Moro è tesserato per l’Asd Ciclistica Aprilia, è impiegato amministrativo e ha scoperto la bicicletta da un paio d’anni. «Per chi come me svolge un lavoro d’ufficio la bicicletta è una compagna preziosa: tu e lei, ti tiene lontano dai pensieri quotidiani. Mi sono iscritto subito, perché mi piace il percorso e perché ho apprezzato l’organizzazione di Nicolangiolo Zoppo. Essendomi dedicato solo da poco alle lunghe distanze, ho partecipato a tre-quattro Randonneé e la migliore di queste è senza dubbio L’Arrotino: ottimi ristori, ottimo pasta party, organizzazione efficiente. Insomma, non sei abbandonato a te stesso».

L’AGONISTA - Dire che Enrico Guida sia solo cicloamatore è riduttivo. Va in bici, d’accordo; però è anche maratoneta e triatleta. Vive a Roma ed essendo originario del Cilento ha fondato quattro annni fa la società Asd Cilento Bike Ciclidea. In bicicletta praticamente da sempre, modesto («Anche due anni da allievo ma per modo di dire») e nello stesso attivo: «Di solito faccio una decina di Granfondo l’anno». È direttore marketing della Pharmaguida, azienda farmaceutica che si rivolge alla pediatria e alla ginecologia ed è presidente del Rotary Club Trinità dei Monti Roma, quindi particolarmente attivo nel campo della solidarietà. Negli ultimi due anni, partecipando alla maratona di Roma, ha raccolto fondi per la ricerca e la lotta alla poliomielite, malattia che, a seconda dei nervi coinvolti, provoca differenti modalità di paralisi. «Mi sono iscritto subito, perché ho una sorella che abita a Siena e avevo pensato di andarla a trovare in bicicletta da Roma per allenamento. Ho scoperto su Facebook questa corsa e mi sono iscritto al volo. Non ho pensato su come ritornare a Roma: se ci
sarà il pullman prenoterò un posto, altrimenti c’è il treno e un mezzo comunque lo troverò. In verità sono un po’ preoccupato soltanto per la distanza, di solito arrivo ai 150 chilometri però non sarà un problema». Non sarà un problema no. Perché - tanto per restare nel tema della solidarietà - a fine gennaio, insieme con Max Lelli, Fabrizio Macchi e Matteo Marzotto ha partecipato a una maratona in bicicletta di 230 km in Toscana per raccogliere fondi per gli alluvionati della Maremma. Ma non basta: il prossimo 26 marzo ha organizzato una cena con il suo Rotary dove sarà ancora presente Matteo Marzotto. Con queste premesse, la Granfondo RomaSiena sarà una piacevole pedalata tra amici.

"Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti."

"L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser." Per saperne di piu'

Approvo
Per favore dimostra di essere umano!