Ultime Notizie:
Home / Grandi giri / Giro d'Italia / Grand’Italia sul Giro: Masnada vince la tappa e Conti si veste di rosa
Masnada

Grand’Italia sul Giro: Masnada vince la tappa e Conti si veste di rosa

Sul traguardo di San Giovanni Rotondo, italiani sugli scudi con il successo di Fausto Masnada, vincitore di tappa, e Valerio Conti che conquista la maglia rosa, tre anni dopo Vincenzo Nibali, ultimo azzurro a vestire il simbolo del primato nella massima corsa a tappe italiana. Una giornata trionfale per il nostro ciclismo con Giovanni Carboni quinto alle spalle di Rojas e Plaza, che va a vestire la maglia bianca di miglior giovane.

Cronaca – Sesta tappa da Cassino a San Giovanni Rotondo di 238 km (la seconda più lunga di questa edizione della corsa rosa) con Primoz Roglic sempre leader dopo il successo della prima giornata a Bologna. Subito si susseguono i tentativi per portare via la fuga, ma una caduta dopo 35 km scuote il gruppo. Coinvolti anche Yates, Landa e Roglic; lo sloveno presenta delle escoriazioni al gluteo destro, per fortuna nulla di grave. Davanti prevale il fair play e la maglia rosa rientra rapidamente. Finalmente, si sgancia la fuga con tredici atleti che si involano: Andrey Amador, José Rojas, Valerio Conti, Valentin Madouas, Giovanni Carboni, Fausto Masnada, Sam Oomen, Pieter Serry, Nans Peters, Nicola Bagioli, Ruben Plaza, Amaro Antunes e Nicola Conci.

Masnada e Conti ne hanno di più – A 28 km dal traguardo, sulla Coppa Casarinelle, Masnada sferra un attacco violento, solo Valerio Conti è in grado di accodarsi. I due atleti italiani riescono a passare in vetta al GPM (primo traguardo di 2^ categoria di questa 102esima edizione) e dandosi dei cambi regolari riescono a guadagnare sui vecchi compagni d’avventura, che a loro volta si frazionano in diversi drappelli. Roglic e i suoi scudieri già avevano lasciato che la fuga prendesse il margine necessario per cedere la leadership, visto che il dominatore del recente Tour de Romandie punta ad avere la rosa il 2 giugno a Verona.

Tappa a Masnada e maglia a Conti – San Giovanni Rotondo (luogo sacro per il Santuario di San Pio) attende i due giovani italiani che regalano emozioni fino all’ultimo metro di gara. La volata non ha storia, Masnada vince la tappa e Valerio Conti, già virtualmente in rosa da tanti chilometri, conquista la maglia: “Un sogno che si realizza”, le parole del portacolori dell’UAE. Per Masnada, 25enne bergamasco alla corte di Gianni Savio alla Androni-Sidermec, è il terzo successo nel 2019 dopo 2 tappe al Tour of the Alps, senza dimenticare piazzamenti importanti al Giro di Sicilia (3°) e al Giro dell’Appennino (2°).

Carboni maglia bianca – La giornata di oggi ha regalato gloria anche al giovanissimo Giovanni Carboni (23 anni), quinto all’arrivo e nuova maglia bianca, nonché secondo nella Generale a 1’41” da Conti.

Seguici e condividi

1 Commento

  1. vincenzo ferrante

    Queste sono le tappe che piacciono a noi Italiani… Grandi ragazzi e grandi squadre e sponsor che investono per poter ridare lustro ad uno sport in cui l’Italia ha fatto scuola…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Bis di Bilbao nella tappa regina. Carapaz ad un passo dal trionfo

Nella tappa decisiva del Giro d’Italia successo di Pello Bilbao davanti a Mikel Landa e ...