Home / Professionisti / Gilbert a Roubaix conquista il quarto monumento

Gilbert a Roubaix conquista il quarto monumento

Philippe Gilbert ha vinto la Parigi Roubaix 2019 battendo in volata il compagno di fuga Nils Politt. Per il 36enne belga si tratta della quarta vittoria in una classica monumento.

Momento decisivo – La 117esima edizione della Roubaix si risolve a 10 km dal traguardo. Il gruppo dei cinque fuggitivi viene messo alla frusta da Politt. L’attacco del tedesco è letale per Sagan, Lampaert e Vanmarcke, ma non per Gilbert. Il portacolori della Deceuninck QuickStep salta sulla ruota di Politt e assieme iniziano la cavalcata sino al velodromo più famoso al mondo.

L’urlo di Gilbert sul traguardo di Roubaix

Finale – Nell’anello di Roubaix l’incertezza della vittoria si discioglie a 200metri dalla linea d’arrivo: Gilbert apre il gas e supera l’avversario. Politt può solo guardare Gilbert concludere a braccia alzate. A 25 anni il tedesco centra un secondo posto prestigioso, chiudendo con la consapevolezza di poter vincere in futuro questa corsa.

Gli inseguitori si sfaldano – Yves Lampaert stacca Sagan e Vanmarcke e completa il successo della Deceuninck QuickStep. Quarto posto per Vanmarcke e quinto uno stanchissimo Sagan. Lo slovacco ha avuto l’opportunità di bissare il successo del 2018, ma nel finale ha dovuto pagare dazio ad una condizione di forma apparsa approssimativa.

Gilbert (classe 1982)

Il grande sogno del belga Philippe Gilbert è quello di conquistare tutte e cinque le Classiche monumento, in modo da eguagliare i connazionali Eddy Merckx, Roger De Vlaeminck e Rik van Looy. Dopo i successi al Giro delle Fiandre (2017), alla Liegi Bastogne Liegi (2011), al Giro di Lombardia (2009 e 2010) e adesso la Roubaix. A 36anni al belga manca solo la Milano Sanremo, corsa affrontata per 15 volta, con i migliori piazzamenti nel 2008 e 2011, col terzo posto in entrambi i casi.

Seguici e condividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*