Dowsett fuga per la vittoria

di Ettore Ferrari

In attesa del temuto arrivo in salita di domani, il gruppo sonnecchia e la fuga di giornata va in porto. Tra i sei attaccanti, è Alex Dowsett ad avere le gambe migliori nel finale. Il britannico, sfruttando le sue doti di cronoman (aveva già vinto al Giro una tappa a cronometro ben 7 anni fa) conquista la Giovinazzo-Vieste (200 km), ottava fatica del Giro 2020. Nel gruppetto inseguitore Salvatore Puccio supera Holmes e Rosskopf con un ritardo di 1’15”; a 2’10” Matthias Brandle, compagno di squadra del vincitore nella Israel, quindi Simone Ravanelli a 2’13”.

Ex recordman dell’ora – Nella storia personale di Dowsett (32 anni compiuti lo scorso 3 ottobre) ci sono soprattutto il primato dell’ora (2 maggio 2015 con 52,937) e 5 campionati nazionali a cr. L’ultima vittoria 3 anni fa al Circuit de la Sarthe. Vittoria storica per la Israel, al primo acuto in un GT e in tutto il World Tour. Particolare curioso, anche il compagno di squadra del vincitore, Matthias Brandle, è stato recordman dell’ora.

Gruppo con la testa a Roccaraso – Il gruppo giunge con un ritardo di 13’56” (!) regolato da Matthews su Gaviria. Joao Almeida sempre in rosa in attesa di Roccaraso domani.