demare_cyclingtime

Démare asfalta tutti a Matera

di Ettore Ferrari

Una volata sontuosa, imperiale, senza possibilità di nessuna replica quella che oggi ha sfoderato il campione di Francia Arnaud Démare a Matera, cogliendo il secondo alloro personale in questo Giro d’Italia.

Cronaca – Sesta tappa, dalla Calabria alla Basilicata, si va da Castrovillari a Matera (188 km). Dopo lo splendido assolo ieri di Filippo Ganna, oggi la corsa offre un percorso tortuoso, con un finale interessante ai -2,8 uno strappo di 750 metri al 6,3% che può scompaginare le tattiche dei velocisti. Ma l’elevata andatura di un sempre brillante Matteo Fabbro, in appoggio al proprio capitano Peter Sagan, non consente nessuno scatto dal gruppo. L’ultimo chilometro è ancora in leggera ascesa ed è Vincenzo Nibali in prima posizione. Ma è volata. Parte lunghissimo Arnaud Démare e per tutti si spegne la luce! Il campione di Francia si distende perfettamente e domina la scena levando di ruota tutti i rivali. Un trionfo nettissimo del transalpino che allunga il suo straordinario periodo d’oro. Piazza d’onore per Michael Matthews, poi Fabio Felline, solo 8° Sagan, che cede la maglia ciclamino proprio a Démare. Joao Almeida conserva, nonostante una caduta, la maglia rosa.

12 vittorie per Démare in poco più di 2 mesi! – Sicuramente il miglior periodo della sua carriera, un incredibile sequenza vincente iniziata dopo la lunga sosta per il coronovirus. Dallo sprint alla Milano-Torino, lo scorso 5 agosto, Démare ha infilato complessivamente 12 vittorie in 64 giorni: dopo la classica italiana, 2 tappe e la classifica finale del Tour de Wallonie, il campionato francese in linea, 3 tappe e la classifica finale del Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, 1 tappa al Tour de Luxembourg, 2 tappe al Giro d’Italia. Aggiungiamo un piazzamento pesantissimo con l’argento continentale agli Europei di Plouay, battuto solo da Giacomo Nizzolo.