Colbrelli doma il pavé e conquista Roubaix! - CYCLINGTIME
Home / Professionisti / Colbrelli doma il pavé e conquista Roubaix!
colbrelli-cyclingtime

Colbrelli doma il pavé e conquista Roubaix!

di Ettore Ferrari

Sonny Colbrelli conquista la regina delle classiche al termine di una delle edizioni più emozionanti della storia. Grand’Italia ha dominato questa edizione inedita della Parigi-Roubaix, con un Gianni Moscon eroico che è stato a lungo al comando e quando sembrava vicino al successo, prima una foratura e poi una caduta, gli hanno tarpato le ali. Così, spazio a Mathieu Van der Poel, Colbrelli e al sorprendente Florian Vermeersch che si sono giocati il successo al velodromo con il guizzo vincente del campione europeo e d’Italia che ha scritto il proprio nome nell’albo d’oro della classicissima delle pietre, 22 anni dopo l’ultimo successo italiano con Andrea Tafi.

Pioggia e fango, la Roubaix torna infernale dopo quasi 20 anni – Era dall’impresa leggendaria di Johan Museeuw, che nel 2002 ottenne uno strepitoso tris, che la classicissima del pavé non era flagellata dal maltempo. Oggi per questo grande ritorno della corsa francese, dopo 2 anni e mezzo per le conseguenze della pandemia (ultima edizione il 14 aprile 2019 vinta da Philippe Gilbert), un’inedita Roubaix autunnale. Grande attesa per il duello Van Aert – Van der Poel, con il fiammingo uscito sonoramente sconfitto al mondiale casalingo di una settimana fa, e l’orange che corre per la prima volta questa classica monumento.

Fuga iniziale, poi VDP innesta il turbo – Un attacco di una trentina di unità caratterizza le prime fasi di gara. I settori di pavé inziano a susseguirsi (in tutto sono 30 settori per complessivi 55 km). La foresta di Arenberg emette un primo verdetto con Van der Poel (con Colbrelli) più reattivo rispetto a Van Aert. Il campione del Belgio rientra sul drappello VDP-Colbrelli ai -87,6. Mentre davanti la situazione è in continua evoluzione, Sonny Colbrelli allunga per anticipare le mosse dei due grandi favoriti. Ma è a ai -70 che Van der Poel dà una forte accelerata. Lo spettacolo che il 4 volte iridato del ciclocross dispensa è veramente notevole. Van Aert è ancora più abulico rispetto al mondiale della settimana scorsa, evidenziando chiaramente di essere in un vistoso calo di condizione dopo una stagione sicuramente dispendiosa e generosa. Van der Poel riprende corridori e li stacca, fino a rientrare (-67,7) nel drappello nel quale viaggia con autorità un brillante e sempre più convinto Colbrelli.

Moscon lascia tutti e si lancia in un’azione travolgente – Davanti, rimane un terzetto formato da Gianni Moscon, Florian Vermeersch e Tom Van Asbroeck. Il portacolori della Ineos (5° nel 2017) lascia gli altri due e rimane da solo. Mancano 53 km alla fine, ma il trentino vola! Incredibile azione di Moscon, che doma il pavé con una baldanza che lascia ben poco spazio all’immaginazione, è il più forte! Dietro di lui si forma un quintetto con Van der Poel, Colbrelli e Boivin, che rientrano su Van Asbroeck e Vermeersch. Il vantaggio di Moscon sale nei settori in pavé, fino a superare gli ottanta secondi. Un’impresa, quella di Moscon, che non è esagerato definire eroica.

Una foratura e una caduta spezzano il sogno di Moscon – La Roubaix, però, è da sempre la corsa forse più spietata, dove la dea bendata gioca da sempre un ruolo determinante: una foratura (-30) e, soprattutto, una caduta nel fango (-26,2) annullano quasi tutto il capitale messo da parte dal trentino. Moscon cerca di pescare nel proprio serbatoio di energie quello che non ha e riporta il margine sugli inseguitori da 11″ a 23″. Ma il suo destino è segnato. Nel settore di Mons-en-Pévèle è ancora al comando, poi nel Carrefour de l’Arbre il sogno si spegne (-16,1) dopo un’azione solitaria di quasi 40 km. Van der Poel e poi Colbrelli forzano il ritmo. All’uscita del Carrefour rimangono in tre: VDP, Colbrelli e il 22enne Vermeersch.

Il velodromo di Roubaix incorona Colbrelli! – La situazione in testa non cambia più e la volata deciderà il vincitore di questa 118esima edizione. A 3,2 km dal termine Vermeersch prova, ma Colbrelli non si lascia sorprendere. Cresce la tensione in vista dell’ingresso nella mitica pista che ha scritto pagine memorabili di storia ciclistica. Van der Poel è in testa, Colbrelli è attentissimo. Suona la campana, l’olandese e l’azzurro sono quasi appaiati, parte Vermeersch. Colbrelli scatena il suo rush, VDP affonda. Primo Colbrelli, secondo Vermeersch e solo terzo VDP, a capo chino. Colbrelli è al settimo cielo e con lui l’Italia intera, il corridore della Bahrain-Victorious alza la bici in senso di trionfo e poi si lascia cadere nel prato ubiriaco di felicità. Campione d’Italia – Campione d’Europa – Parigi-Roubaix, un tris (mai realizzato prima da nessuno) che ripaga Sonny Colbrelli in questo suo favoloso 2021, dopo una carriera piena di piazzamenti e vittorie che non lo avevano ancora consacrato campione.

Moscon è 4°, ma che sfortuna! – Gianni riesce a chiudere (con 44″ di ritardo) dopo i tre di testa, mentre a 1’16” Yves Lampaertsi aggiudica la volata del gruppetto inseguitore con un rabbuiato Van Aert solo 7°.

Pillola statistica – Podio per tre esoridenti! Seppur Mathieu Van der Poel e Sonny Colbrelli sono corridori esperti, erano alla loro prima partecipazione alla Roubaix. Normale, invece, essere all’esordio per il neopro’ Vermeersch.

3 commenti

  1. 268472 710813noutati interesante si utile postate pe blogul dumneavoastra. dar ca si o paranteza , ce parere aveti de inchiriere vile vacanta ?. 78937

  2. 957210 823705Excellent post, well put together. Thanks. I will probably be back soon to check out for updates. Cheers 561842

  3. 343915 311231Most reliable human being messages, nicely toasts. are already provided gradually during the entire wedding celebration and therefore are anticipated to be quite laid back, humorous and as properly as new all at once. best man speech 987483

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

armirail-cyclingtime

Tra i due litiganti il terzo gode: in Francia è Armirail il nuovo campione nazionale crono

La sorpresa di Bruno Armirail nella prova del campionato nazionale francese a ...